Analizzatore “flessibile” e di facile utilizzo

0
analizzatore KIGAZ 2010 Sauermann propone KIGAZ 210 di Kimo Instruments, un analizzatore di combustione versatile e semplice da utilizzare completo di kit per la prova di tenuta impianti e sonda per l’aria comburente.

Semplicità di utilizzo e versatilità sono imprescindibili ai fini della scelta di un analizzatore di combustione. KIGAZ 210 di Kimo Instruments – marchio entrato a far parte della famiglia Sauermann – soddisfa le esigenze di manutentori e installatori in tale ottica.

Visto da vicino

Completo di kit per la prova di tenuta impianti e sonda per l’aria comburente, lo strumento esegue le principali misurazioni e verifiche richieste dagli impianti termici secondo la normativa UNI 10389: prova di tenuta su impianti nuovi ed esistenti come da norme UNI 7129/2015 e UNI 11137, misura del tiraggio secondo la UNI 10845. La cella del CO compensato in H2 rileva fino a 8.000 ppm e gode della protezione di una valvola solenoide: per questo, si potrà lavorare anche in presenza di combustibili solidi. Il sensore O2, garantito 5 anni, è sostituibile direttamente dall’utente, come tutte le altre celle CO e NO. La sonda di prelievo dei fumi è munita di un piccolo LED che agevola il lavoro in condizioni di scarsa illuminazione.

Prove e misure

Le sonde di “servizio” per la misura della corrente di ionizzazione (sonde qualità aria CO e CO2 ambiente, sonda per fughe gas e sonde di temperatura) vengono riconosciute automaticamente dall’analizzatore. Utilizzando l’apposito kit KEG-3 con la siringa, si calcola il volume nell’impianto ai fini della prova di tenuta (metodo della misura indiretta); senza, la misura avviene con il metodo preliminare. Per la misura del tiraggio è possibile prevedere il sensore di pressione differenziale secondo norma UNI 10845. Lo strumento ha la funzione di verifica indiretta del corretto tiraggio da utilizzare nel caso in cui il valore del tiraggio misurato tramite sensore sia compreso nel campo da 1 Pa a 3 Pa. La funzione di autodiagnostica informa su eventuali anomalie, quali l’errato collegamento di una sonda o la necessità di sostituire le celle elettrochimiche.

Alta connettività

L’analizzatore supporta il collegamento Bluetooth a smartphone e tablet. Installando sul proprio dispositivo mobile un’App specifica (disponibile gratuitamente per sistemi operativi Android e iOS), l’utente può gestirne in remoto tutte le funzioni. Ad esempio, mentre si trova in una centrale termica, può inviare in ufficio il report dell’analisi senza la necessità di stampare lo scontrino. Nel kit di base è incluso anche un software, aggiornabile via internet, che offre ulteriori funzioni avanzate. Tra queste, la possibilità di importare un database con le informazioni relative ai clienti su ciascuno degli analizzatori di cui il centro d’assistenza dispone, di stampare i dati e di aggiornare il firmware dello strumento stesso.

Lo strumento “in funzione”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here