MERCATO IMPIANTI

Aumenta il peso delle rinnovabili nella climatizzazione

0

ref-e

È stata recentemente presentata la II edizione dell’indagine REF-E sull’attività di installazione di apparecchi per la climatizzazione. Dalla ricerca (riferita all’anno 2012) risulta in aumento il peso delle tecnologie efficienti nel mix di apparecchi per la climatizzazione. Continuano a diffondersi sistemi di climatizzazione che comprendono più di un apparecchio, sotto la spinta di driver economici (risparmio in bolletta) e regolatori (obblighi di installazione e incentivi). Il gas naturale resta la fonte che alimenta la maggioranza relativa degli impianti, le tecnologie che seguono (biomasse, PDC aria-aria e solare termico), per numero di unità vendute, svolgono prevalentemente un ruolo di parziale copertura dei consumi, o addirittura sono impiegate nella maggior parte dei casi solo per la climatizzazione estiva, come nel caso delle PDC aria-aria. Emerge quindi un ruolo crescente delle tecnologie che impiegano biomassa ed elettricità. Appare significativo, infine, il numero di nuove sottostazioni di teleriscaldamento. Nei nuovi edifici (circa il 10% del mercato) hanno maggior peso le tecnologie efficienti (gas condensazione, PDC) e gli apparecchi che usano energia rinnovabile, spesso installati in combinazione con caldaie alimentate da combustibili fossili (soprattutto solare termico). Negli edifici esistenti è significativa l’installazione di tecnologie “tradizionali” (caldaie non efficienti) e apparecchi che permettono elevati risparmi sul costo di combustibile (stufe e termocamini a biomassa). Le PDC aria-acqua (e acqua-acqua) registrano una forte penetrazione in termini relativi, ossia il numero di apparecchi installati è di molto superiore a quello delle sostituzioni, e queste riguardano quasi esclusivamente apparecchi di tecnologia diversa dalla PDC (92.5% dei casi). Si tratta soprattutto di impianti alimentati da gas naturale. Tuttavia, la tecnologia resta poco diffusa in termini assoluti. Per le altre tecnologie che impiegano energia rinnovabile, in particolare PDC aria-aria e apparecchi a biomassa, si registra un flusso non irrilevante di installazioni in sostituzione totale dell’impianto preesistente, e questi sembrano essere più frequenti nel 2012 rispetto a quanto osservato nel già citato studio sul 2011.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here