EFFICIENZA ENERGETICA

Da casa rurale a bio-agriturismo rinnovando struttura e impianti

0
L’agriturismo e bed & breakfast Campo di Cielo dopo la ristrutturazione, terminata nel 2012.
L’agriturismo e bed & breakfast Campo di Cielo dopo la ristrutturazione.

Una vecchia casa di campagna in classe energetica G oggi è un bioagriturismo “completamente” ecocompatibile a zero consumo di energia che si è guadagnato il posizionamento in classe A: si tratta della struttura ricettiva Campo di Cielo, situata a Cesiomaggiore, in provincia di Belluno, la quale, un paio di anni fa, è stata interessata da una ristrutturazione sostenibile che ha messo in sinergia un involucro edilizio estremamente performante, impianti in pompa di calore ad altissima efficienza e un sistema fotovoltaico. L’edificio, realizzato interamente in legno massiccio, si sviluppa su 3 piani fuori terra e una dependance laterale, per un totale di 550 mq di superficie, ed è dotato di 4 camere con ampi bagni, un ristorante vegetariano vegano, sauna e sala lettura.

La vecchia casa di campagna come si presentava nel 2011 prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione.
La vecchia casa di campagna come si presentava nel 2011 prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione.

Pompa di calore condensata ad aria

Per la ricostruzione dell’agriturismo, collocato in una zona caratterizzata da inverni rigidi ed estati afose in fascia climatica F: 3.341 gradi giorno, sono state utilizzate una struttura portante e una copertura in legno massiccio italiano multistrato a strati incrociati X-Lam completamente ecocompatibili ed è stata realizzata la coibentazione sia delle pareti perimetrali che del tetto, ottenendo un indice di trasmittanza di 0,23 W/mqk; i serramenti, in legno con triplo vetro, hanno invece un indice di trasmittanza di 1,48 W/mqk. Per la climatizzazione a ciclo annuale dell’intero edificio è stato quindi scelto un sistema in pompa di calore Clivet basato sul dispositivo condensato ad aria ELFOEnergy Horus+, con potenza termica nominale in riscaldamento di 19,3 kW; esso sfrutta sia l’energia solare indiretta contenuta nell’aria esterna che quella diretta catturata dai pannelli solari fotovoltaici per la produzione di energia elettrica e garantisce elevate efficienze anche in condizioni estreme di lavoro, assicurando il funzionamento con temperature dell’aria esterna che raggiungono i -17 °C. La pompa di calore alimenta due accumuli da 300 e 750 l per la produzione di ACS e il condizionamento estivo e invernale, una soluzione che assicura il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria con un risparmio di energia primaria del 35% rispetto a un sistema tradizionale con caldaia a condensazione e split e garantisce la totale eliminazione delle emissioni locali di CO2 e di altri gas nocivi tipici dei sistemi a combustione.

La pompa di calore condensata ad aria ELFOEnergy Horus+ installata, con potenza termica nominale in riscaldamento di 19,3 kW.
La pompa di calore condensata ad aria installata ha una potenza termica nominale in riscaldamento di 19,3 kW.

Ventilconvettori verticali e a soffitto

La distribuzione del fluido caldo e freddo avviene per mezzo di 29 ventilconvettori ultrasottili di 13 cm da installazione verticale ELFOroom2 e 3 ventilconvettori a soffitto ELFOSpace, tramite i quali sono garantiti flessibilità di funzionamento e un veloce raggiungimento della temperatura desiderata, il che permette di riscaldare/raffreddare solo le stanze occupate soddisfacendo le esigenze di ospiti improvvisi. Scelti per il design sobrio, la silenziosità e l’efficienza energetica, i ventilconvettori, lavorando con acqua a temperature più basse rispetto ai radiatori, permettono di sfruttare appieno il potenziale di risparmio energetico offerto dalla pompa di calore e svolgono anche la funzione di deumidificazione estiva e di movimentazione continua e filtrazione dell’aria.

La distribuzione del fluido caldo e freddo avviene per mezzo di 29 ventilconvettori ultrasottili da installazione verticale ELFOroom2 di Clivet.
La distribuzione del fluido caldo e freddo avviene per mezzo di 29 ventilconvettori ultrasottili da installazione verticale ELFOroom2 di Clivet.

 

A completare gli impianti sono poi 91 mq di pannelli solari fotovoltaici, installati in copertura per la produzione di 12,3 kWp di energia rinnovabile, una caldaia a GPL di back up, appartenente alla vecchia casa dei proprietari, che entra in funzione in caso di avaria impianti e un termocamino da 10 kW, che funge da base per il riscaldamento dell’appartamento dei committenti. L’abbinamento tra involucro edilizio e impianti performanti ha permesso alla struttura di raggiungere la classe A di efficienza energetica, con consumi per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria che si aggirano oggi intorno ai 50 kWh/mq.

Laura Turrini

La struttura è realizzata interamente in legno massiccio e dotata di 4 camere con ampi bagni, un ristorante vegetariano vegano, un bar, sauna e sala lettura.
La struttura è realizzata interamente in legno massiccio e dotata di 4 camere con ampi bagni, un ristorante vegetariano vegano, un bar, sauna e sala lettura.

Scheda lavori

Tipologia impianto:

Impianto in pompa di calore per la climatizzazione a ciclo annuale

Luogo installazione:

Agriturismo Campo di Cielo – Cesiomaggiore (BL)

Committente:

Renzo e Teresa de Marco – Cesiomaggiore (BL)

Progettista:

Severino Turra, Studio Tecnoterm – Belluno

Installatore:

Denis Zanolla – Belluno

Certificatore:

Bernardino Turra, Studio Tecnoterm, Feltre (BL)

Fornitura materiali:

Clivet, Feltre (BL)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here