GAS, ACQUA E RISCALDAMENTO

Da CIG e CTI numerosi progetti di norma UNI

0

Sul sito dell’UNI fino al 14 novembre saranno in inchiesta pubblica preliminare alcuni progetti di norma relativi a molteplici argomenti: gas, pozzi per acqua, forni chimici e petrolchimici, biocarburanti… Di seguito vengono segnalati i progetti relativi ai settori GAS e ITS.

Il Comitato Italiano Gas propone due documenti: il progetto E01059440 definisce le modalità di verifica, su richiesta del cliente finale/utente della rete, del livello di pressione di fornitura del gas distribuito a mezzo rete, nel caso di fornitura in 7a specie e si applica in occasione di interventi su impianti di tipo domestico e similare alimentati rispettivamente dai gas appartenenti alla seconda famiglia e terza famiglia secondo la UNI EN 437.
Il progetto E01089460 (adozione del CEN/TR 1749:2014) fornisce invece i dettagli di uno schema generale per la classificazione di apparecchi a gas secondo il metodo di adduzione dell’aria comburente e di evacuazione dei prodotti della combustione.

Cinque progetti sono di competenza CTI-Comitato Termotecnico Italiano: E0206E850 definisce i requisiti generali che devono essere soddisfatti durante la costruzione dei pozzi per acqua, per aumentare la qualità dei servizi e delle opere realizzate e limitare errori progettuali e in fase di realizzazione. Il progetto E0203E680, futuro rapporto tecnico, fornisce elementi utili per redigere la procedura per una corretta e sicura esecuzione delle prove a pressione ai fini della verifica d’integrità su attrezzature/insieme a pressione. Intende migliorare la sicurezza degli impianti il progetto E0203E860, che definisce i requisiti relativi alla progettazione, costruzione, installazione e conduzione di forni chimici e petrolchimici. Il documento E0206E870, che vede l’Ente federato UNICHIM come co-autore, stabilisce le condizioni e le modalità di progettazione e di installazione ai fini della sicurezza degli impianti di riscaldamento che utilizzano, quale fluido termovettore, acqua calda a una temperatura non maggiore di 110 °C. Infine, la futura specifica tecnica E0209E900 descrive i requisiti della gestione contabile del bilancio di massa attuata da un operatore economico che opera nell’ambito delle filiere di produzione dei biocarburanti e dei bioliquidi nonché dei loro intermedi e derivati, ottenuti anche da residui, sottoprodotti e rifiuti, prodotti in maniera sostenibile. Descrive anche i requisiti di uno schema per la gestione del rischio sull’intero processo produttivo e gestionale di competenza dello stesso operatore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here