Ecocompatibilità

0
40
IL RECUPERO dell’acqua piovana rappresenta uno dei tanti esempi di “sistema ecocompatibile”.
IL RECUPERO dell’acqua piovana rappresenta uno dei tanti esempi di “sistema
ecocompatibile”.

Con “ecocompatibilità” nel settore termoidraulico si intende l’attitudine di sistemi o impianti termici e/o idraulici di accordarsi con le “esigenze ecologiche” e di essere poco inquinanti. Si tratta di un tema molto attuale in quanto negli ultimi decenni il problema dell’inquinamento ambientale si è aggravato e, parallelamente, la sensibilità ecologica dei consumatori è cresciuta. Non a caso è nata la categoria dei “green customer”, ovvero quella parte di utilizzatori e clienti che ritengono fondamentali le variabili ambientali nella scelta dei propri acquisti. Le imprese si trovano così ad affrontare difficoltà crescenti, dovendosi da una parte adeguare a una legislazione in evoluzione, spesso incompleta e mal coordinata a livello nazionale e internazionale, dall’altra a individuare le soluzioni strategiche e operative più adatte nella gestione delle problematiche ecologiche.
Oggigiorno, la progettazione ecocompatibile è una metodologia che mira a integrare sistematicamente considerazioni ambientali nella creazione di prodotti/servizi, per mezzo di un controllo mirato sull’intero ciclo di vita del prodotto. Nel condurre tale analisi, il progettista può essere supportato da strumenti quali l’Ecodesign Checklist Method (ECD), la matrice MET (Materiali, Energia, Tossicità), gli indicatori come il MIPS (Material Input Per Unit Service), la “domanda di energia”, o diagrammi di vario tipo. Ai fini di una corretta gestione del prodotto a fine vita, è utile inoltre seguire i principi del Design For Disassembling e del Design For Recycling, che permettono un facile smontaggio del prodotto e, di conseguenza, un più agevole riciclaggio dello stesso.

Vittorio Pesce

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here