Ecolift XL, impianto di sollevamento ibrido

0

panorama«Fino a ora Ecolift poteva essere installato solo nelle case unifamiliari. Con la variante XL siamo ora in grado di gestire anche quantità di acque di scarico notevoli», spiega Lars Weißmann, direttore della gestione prodotti alla KESSEL AG.

Il vantaggio dell’impianto di sollevamento ibrido rispetto all’impianto di sollevamento classico è rappresentato dal fatto che nel funzionamento normale Ecolift XL sfrutta l’efficienza della pendenza naturale e pompa le acque di scarico solo in caso di ristagno.

A quel punto Ecolift XL solleva le acque di scarico nella canalizzazione attraverso la curva di mandata come un classico impianto di sollevamento.

«In questo modo gli utilizzatori risparmiano tanto in fatto di costi elettrici, quanto in fatto di costi di manutenzione, dato che la pompa funziona solo in presenza di un ristagno nella canalizzazione», prosegue Weißmann.

Funzionamento sicuro
I sistemi di chiusura motorizzati del nuovo impianto di sollevamento ibrido garantiscono in caso di ristagno una separazione sicura tra la canalizzazione e l’edificio: il massimo in fatto di protezione anti-ristagno.
La rilevazione pneumatica del livello e il sensore d’allarme offrono una sicurezza aggiuntiva. L’uscita del condotto di mandata è realizzata con una larghezza nominale di 80 mm, mentre l’entrata e lo scarico sono adatti a condotti con larghezze nominali fino a 150 mm.

Ecolift XL è disponibile con potenze della pompa da 1,5 a 4,5 kW. Inoltre, KESSEL offre anche delle soluzioni create in base alle esigenze individuali del cliente.

L’impianto di sollevamento ibrido può essere impiegato con montaggio libero, ad esempio a valle del separatore di grassi, oppure può anche essere incassato nel calcestruzzo in combinazione con i necessari componenti di sistema.

Funzionamento silenzioso
«Gli impianti di sollevamento classici, a dispetto della pregiata esecuzione meccanica e dell’isolamento acustico, generano dei rumori costanti a causa del funzionamento permanente della pompa. Ecolift XL, al contrario, pompa solo in caso di ristagno e, in funzionamento normale, sfrutta la via diretta verso la canalizzazione rappresentata dalla pendenza naturale. Questo fa sì che i rumori della pompa vengano generati solo in situazioni eccezionali», spiega Weißmann.

Questa caratteristica rappresenta un vantaggio non solo per i condomini con locali nei sotterranei, ma soprattutto per gli edifici a uso commerciale, quali gli uffici, gli ospedali e le case di riposo.

Possibilità di installazione anche nel pozzetto
Ecolift XL è integrato in un pozzetto di plastica di qualità e conforme alle normative, adatto tanto per l’installazione interrata quanto per quella nelle strutture murarie e in calcestruzzo.
«Il pozzetto è resistente all’acqua freatica fino a 3 m e può essere montato fino a un’altezza di 5 m. Inoltre, grazie al peso ridotto del pozzetto di plastica è molto agevole da montare», conclude Weißmann.
Il rialzo per l’installazione del pozzetto nelle strutture murarie  dispone di una flangia, collocabile senza soluzione di continuità al centro di una soletta di cemento di spessore convenzionale. Il pozzetto è disponibile con un’apertura di accesso del diametro di 600 mm oppure di 800 mm.

Guarda l’impianto di sollevamento ibrido Ecolift XL 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here