Perfetta integrazione con il solare termico

0
72
IL CENTRO VACANZE Isuledda, situato a Cannigione di Arzachena (Ot) in Costa Smeralda, propone da tempo diverse soluzioni di hospitality.
IL CENTRO VACANZE Isuledda, situato a Cannigione di Arzachena (OT) in Costa Smeralda, propone da tempo diverse soluzioni di hospitality.
Presso un prestigioso centro vacanze in Costa Smeralda è stato realizzato un efficiente impianto per la produzione di ACS composto da scaldacqua di tipo istantaneo a gas a condensazione a servizio di 9 accumuli collegati a 26 collettori solari.

Il Centro Vacanze Isuledda, situato a Cannigione di Arzachena (OT), propone da tempo diverse soluzioni di hospitality, a partire dalle piazzole del settore Camping, dislocate in più zone del villaggio, fino a mobile home, caravan e tukui, tende lodge, camere e bungalow.

La struttura ricettiva ha recentemente manifestato la necessità di ristrutturare gli impianti idrotermosanitari, piuttosto obsoleti, per adeguarsi alle normative vigenti, potenziare il comfort sanitario offerto agli ospiti e ammodernare il sistema, ottenendo una gestione più efficiente ed economica.

Quello che la committenza lamentava, infatti, erano gli alti costi di gestione e manutenzione, i consumi di combustibile troppo elevati e l’impossibilità di mantenere realmente sotto controllo il batterio della Legionella Pneumophila, proliferante negli accumuli di grandi quantità di acqua.
Considerata la regione in cui si trova il camping e la stagionalità con cui lavora, il progettista del nuovo sistema, Paolo Piga, dell’omonimo Studio Tecnico di Sassari, ha pensato di sfruttare al massimo l’energia naturale che il sole offre gratuitamente e di integrarla con altre fonti, queste ultime in grado di operare in modo intelligente per intervenire solo quando necessario.

La scelta è ricaduta sugli scaldacqua Infinity di Rinnai, produttori di ACS di tipo istantaneo a gas a condensazione e predisposti per l’installazione interna, dispositivi che oggi sono a servizio di 9 accumuli Rotex Sanicube Solaris (modello 538/16/0 P) collegati a 26 pannelli solari.

Acqua non-stop a temperatura costante
“Infinity garantisce acqua calda illimitata e senza sbalzi termici – commenta Piga –.
Dispone di controllo della temperatura al grado tramite comando di serie, bruciatore ceramico a fiamma rovesciata a bassissime emissioni inquinanti (classe NOx5), accensione elettronica priva di fiamma pilota e regolatore di portata che assicura temperatura costante al variare della portata, a differenza dei sistemi tradizionali che mantengono in caldo un accumulo di acqua anche quando non c’è effettiva richiesta di ACS.

Grazie alla sua capacità di rilevare la temperatura dell’acqua in ingresso – quella dell’accumulo solare -, Infinity si attiva solo quando è necessario: rimane spento se l’acqua è già sufficientemente calda (caso in cui essa viene deviata direttamente alle utenze), altrimenti aumenta la temperatura dei soli gradi necessari per raggiungere la condizione termica impostata e, se l’acqua nell’accumulo solare è fredda, si attiva in modo esclusivo lasciando il tempo all’accumulo solare di riscaldarsi per poi dare il suo contributo di preriscaldo”.

Con questi scaldacqua, quindi, viene oggi data la precedenza al calore accumulato e l’integrazione avviene solo sull’acqua effettivamente utilizzata; l’utilizzo di accumuli Rotex Solaris, inoltre, ha completamente eliminato il rischio di Legionella. L’acqua in essi contenuta è infatti acqua tecnica che non viene in alcun modo in contatto con le utenze: la serpentina solare è affiancata da un’altra serpentina per la produzione ACS che scambia con l’acqua in cui entrambe sono immerse. L’ACS, pertanto, è prodotta sempre in modo istantaneo e non necessita di essere stoccata ad alte temperature per evitare la proliferazione del batterio, con un ulteriore vantaggio economico per la committenza: massimo utilizzo della fonte rinnovabile e nessuna necessità di lavorare ad alta temperatura.

L’INSTALLATORE Paolo Barbato durante la fase di posa dei moduli Modus Infinity.
L’INSTALLATORE Paolo Barbato durante la fase di posa dei moduli Modus Infinity.
IL NUOVO IMPIANTO. Vista laterale dei moduli Rinnai Modus Infinity e dei tubi che collegano gli accumuli agli scaldacqua.
IL NUOVO IMPIANTO. Vista laterale dei moduli Rinnai Modus Infinity e dei tubi che collegano gli accumuli agli scaldacqua.

L’installazione è semplice con il sistema preassemblato
Per facilitare e velocizzare il lavoro di installazione è stato utilizzato anche Modus, il sistema Rinnai preassemblato su misura di Infinity a condensazione che ne semplifica l’allacciamento grazie a supporti autoportanti e collettori acqua e gas predimensionati in acciaio inox; Modus, inoltre, è già completo di portastrumenti Inail, per le installazioni che richiedono l’aggiunta di queste sicurezze.

Da non sottovalutare il fatto che se uno degli apparecchi che compongono il Modus va in avaria o deve essere sottoposto a manutenzione programmata l’impianto, seppur a regime ridotto, continua a erogare il servizio. Rispetto al sistema precedente, che aveva un rendimento percentuale pari al 75-80%, il sistema odierno registra un 108%, grazie alla produzione di ACS solo su richiesta e alla tecnologia della condensazione, che permette una notevole riduzione dei consumi e un minor impatto ambientale.

Clicca qui per visualizzare lo schema dell’impianto di produzione di ACS
Laura Turrini

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here