COME SI FA...?

… la bonifica di un circuito frigorifero dopo la bruciatura del compressore?

0

Prima di sostituire un compressore il cui motore abbia subìto una bruciatura è indispensabile bonificare il circuito frigorifero, pena una drastica riduzione della vita del nuovo compressore.

Prima di procedere al lavaggio del circuito occorre estrarre il refrigerante inquinato dalla bruciatura utilizzando un gruppo di estrazione/carica e poi conferirlo a un fornitore di refrigerante affinché lo rigeneri o lo smaltisca a Norma di Legge.

Estratto il refrigerante occorre::

a)         Asportare il compressore da sostituire tagliandone gli attacchi mediante un tagliatubi a rotella o dissaldandoli a seconda dei casi.

b)         Togliere l’otturatore dell’eventuale valvola termostatica e chiudere il foro con un tappo filettato. Eliminare il filtro disidratatore o la sua cartuccia a seconda dei casi.

c)         Collegare la tubazione che era collegata all’attacco di mandata del compressore a una bombola contenete un solvente specifico in pressione (normalmente reperibile in commercio) ed aprire il rubinetto di quest’ultima facendo in modo che il solvente circoli nel circuito ed, uscendo dalla tubazione che era collegata dall’attacco d’ingresso nel compressore, si disperda in atmosfera o possa essere raccolto a seconda dei casi, portando con sé le impurità che si erano depositate nel circuito. Il lavaggio si può considerare terminato solo quando dal circuito esce solvente pulito.

Come alterativa è possibile eseguire un lavaggio con trielina. Quest’ultima deve essere contenuta in un barile e fatta circolare nel circuito con ingresso attraverso l’attacco di mandata del compressore e con uscita attraverso l’attacco di aspirazione del compressore. La trielina uscente prima di ritornare nel barile deve passare attraverso un filtro antimorchia il quale deve essere sostituito non appena dia segno di intasamento (diminuzione di portata o rilascio di impurità).

d)         Rimontare l’otturatore dell’eventuale valvola termostatica dopo averlo pulito accuratamente. Rimontare il filtro disidratatore usando un elemento antiacido maggiorato. Se il filtro non era previsto originariamente è comunque necessario installarlo. È buona norma sostituire poi il filtro dopo una quindicina di giorni di marcia dell’impianto.

e)         Montare il nuovo compressore saldando gli attacchi alle linee frigorifere o serrando le flange a seconda dei casi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here