Laminox – Il lato ecologico del riscaldamento

0
33
La sede Laminox Srl di Sarnano (MC).
La sede Laminox Srl di Sarnano (MC).

L’attività della Laminox è iniziata nel 1964 nelle Marche, dall’esperienza del fondatore Giuseppe Arrà e del suo socio Sauro Rafaiani. Nel corso degli anni, è diventata una realtà di riferimento del made in Italy nell’ambito di stufe a gas e radiatori elettrici a olio. Negli anni Novanta, l’azienda è entrata nel mercato del condizionamento portatile e fisso, per il settore residenziale. La sua ultima “sfida” è rappresentata dal settore del riscaldamento ecologico (legna, pellet e combinato), dove estetica, materie prime e prestazioni, posizionano l’offerta Laminox “Idro” nella fascia alta del mercato.

Luigi Rafaiani, presidente di Laminox, riferisce in merito a novità e strategie messe in campo dall’azienda nel corso degli anni.

Come i vostri prodotti hanno contribuito all’evoluzione del settore?
“I nostri prodotti hanno contribuito con il loro andare a risolvere in modo semplice ed economico le esigenze dell’utilizzatore. Ad esempio, con la linea di termostufe e caldaie Omnia, che può utilizzare più combustibili come pellet, nocciolino d’oliva lavato e frantumato, gusci di mandorle e di nocciole triturati. O ancora, con le caldaie Termoboiler, che riscaldano la casa e contemporaneamente producono acqua sanitaria per una famiglia durante l’inverno, oppure solo acqua sanitaria nel periodo estivo, a costi molto bassi. Vorrei ricordare che Laminox è stata tra le prime a proporre sul mercato una vasta gamma di termostufe e caldaie a pellet, con oltre 10 potenze diverse da 12 a 34 kW: prodotti compatti, efficienti e dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. In questo modo, riteniamo di aver contribuito in modo significativo all’espansione del settore idro all’interno del mondo delle stufe a pellet”.

Come si ottiene il giusto rapporto tra efficienza e comfort in un impianto?
“Si ottiene con la preparazione e la competenza di tecnici, CAT e installatori. Professionisti che siano in grado di consigliare al cliente il prodotto più adatto a soddisfare le sue esigenze di riscaldamento  in base al volume e al tipo di abitazione, al luogo dove è ubicata, e sappiano poi installarlo in modo corretto. Per ottenere ciò, la Laminox dà la possibilità a queste figure di partecipare a corsi di formazione gratuiti in fabbrica, che permettono loro di essere preparati per rispondere a ogni richiesta”.

Come perseguite la sicurezza degli operatori e, di conseguenza, degli utenti finali?
“Tutti i prodotti Laminox vengono costruiti secondo le normative vigenti (EN 14785, EN 303-5, EN 13229, EN 13240, EN 12815) ed hanno ottenuto le certificazioni relative alle suddette normative da un istituto abilitato. Tutti i prodotti vengono corredati da vari (e spesso ridondanti) dispositivi di sicurezza, in modo da renderli assolutamente sicuri sia per gli operatori che per gli utenti”.

“Segreti e virtù” del vostro lavoro quotidiano.
“Competenza e professionalità delle maestranze, collaborazione tra i vari reparti dell’azienda e impegno costante nel miglioramento del prodotto. Il vero segreto, comunque, è l’entusiasmo che ciascuno di noi mette nel proprio lavoro e che si riversa nella sempre crescente qualità e varietà della nostra offerta commerciale”.

“Quattro stagioni” di alto rendimento
Le linee Termoboiler Matic e Matic Solar identificano caldaie ad accumulo quattro stagioni basate sul riscaldamento a pellet. Curate nell’estetica dal designer Raul Frollà, rappresentano l’eccellenza dell’azienda dal punto di vista tecnologico, funzionale, di efficienza e di sicurezza. Adatte per impianti a bassa o alta temperatura, queste macchine si collegano direttamente a qualsiasi cronotermostato. I rendimenti altissimi, ne hanno reso possibile la certificazione in classe 5 (EN 303-5-2012). Oltre agli accessori già presenti nelle altre linee Laminox – quali circolatore, vaso di espansione, valvola di sfiato e di sicurezza –le caldaie integrano di serie diverse caratteristiche. In primis, producono ACS tutto il giorno, per 365 giorni all’anno, in modo istantaneo e continuo, attraverso l’accumulo di 100 litri di acqua tecnica. Le candele ceramiche di accensione di ultima generazione assicurano rapidità di avviamento. Un interruttore regola la funzione estate (solo ACS) o inverno (riscaldamento + produzione ACS). Nela versione solar è presente un serpentino per il collegamento a un pannello solare. Altre peculiarità sono la valvola miscelatrice in uscita sull’ACS, la pulizia automatica del giro fumi, il braciere circolare con post-combustione CCS-Laminox che garantisce bassissime emissioni di polveri e CO. Il serbatoio pellet, dalla capacità di 70 kg, ha la predisposizione per un serbatoio aggiuntivo.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here