SICUREZZA

L’avvio di un gruppo antincendio in un complesso commerciale

0

I gruppi di pressione antincendio sono progettati per trasferire e aumentare la pressione idrica nelle installazioni fisse antincendio, nei sistemi automatici a sprinkler, in conformità con la normativa antincendio EN12845 vigente. Il gruppo è composto di elettropompe e/o motopompe collegate in parallelo e montate su una base comune, da un collettore di mandata, da valvole d’intercettazione, valvole di ritegno, manometri, pressostati e un quadro di comando per ogni pompa di servizio. Le elettropompe sono azionate attraverso il quadro elettrico in base alla richiesta dell’impianto mediante comando da pressostato e la motopompa è avviata da un motore a combustione diesel.

I gruppi di pressione

Di seguito le specifiche dei gruppi di pressione antincendio GEN Lowara con 1 o 2 pompe di servizio azionate da motori elettrici o diesel.

Portata: fino a 1.300 m³/h

Prevalenza: fino a 150 m

Potenza: fino a 132 kW

Pressione massima: 15 BAR

La messa in servizio

La messa in servizio eseguita dai tecnici Xylem prevede un accurato controllo del funzionamento del prodotto, la segnalazione di eventuali anomalie, migliorie e modifiche d’installazione e un dettagliato report sull’esito dell’operazione. La messa in opera dei sistemi di pompaggio complessi, come i gruppi di pressurizzazione, richiede competenze specialistiche.

 

I consigli per l’installatore

“Per la posa è importante che il gruppo antincendio venga fissato al suolo e ancorato su una base lineare.

È necessario effettuare la manutenzione secondo normativa perché si tratta di prodotti utilizzati raramente, in caso di emergenza”.

La messa in servizio

Per ottenere le prestazioni ottimali in totale sicurezza, Leonardo Gobbo e Silvio Anselmi, Field Service Technicians per Xylem, dimostrano in 6 passi la messa in servizio di un potente gruppo antincendio installato nell’ambito di un complesso commerciale.

IL CONTROLLO. Prima di iniziare la messa in servizio del gruppo, è necessario valutare le condizioni di sicurezza del locale dove sono installate le pompe antincendio. In questa fase si devono tenere in considerazione la temperatura ambientale oltre che l’apparecchiatura installata, per determinare e prevedere la corretta adozione delle procedure d’installazione. In questo primo passo avviene anche il controllo della posa del gruppo e del relativo ancoraggio al suolo.
CONTROLLI IDRAULICI e verifica della centralina elettronica. In questa fase avviene la verifica dell’impostazione della centralina elettronica e dei livelli idraulici. Quest’operazione prevede la verifica dell’olio motore, del liquido nelle batterie, del gasolio e del liquido refrigerante del motore.
VERIFICA DELLE TARATURE dei pressostati. In questa fase si accerta se l’avvio della motopompa è in linea con le disposizioni previste dalla normativa in relazione ai valori di pressione minimi richiesti.
IL COLLAUDO MANUALE. La quarta fase prevede l’avviamento manuale di ogni pompa.
IL CONTROLLO delle prestazioni idrauliche. In questa fase si verifica il valore di portata attraverso il flussimetro e lo si confronta con il valore di portata impresso nella targhetta identificativa del prodotto.
LA PROCEDURA di arresto manuale di ogni pompa. In questa fase è verificato il corretto funzionamento del sistema di arresto manuale presente sui quadri elettrici di ogni pompa installata.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here