… che nelle zone più fredde le pompe di calore ad aria non sono sufficienti per riscaldare gli ambienti?

0

Il fatto che nei climi più rigidi  le pompe di calore non siano di norma sufficienti per il riscaldamento dei locali in cui sono installate è una leggenda metropolitana che va sfatata una volta per tutte. Se fatte funzionare entro il campo delle temperature indicate dal costruttore e dimensionate correttamente, le pompe di calore di ogni tipologia e taglia sono infatti sempre in grado di erogare una potenza tale da vincere anche  il carico invernale di picco del locale in cui si trovano.Affinché tutto ciò sia possibile occorre tuttavia adottare un paio di precauzioni assai semplici:

1. Si deve innanzitutto selezionare un modello che abbia la possibilità di funzionare fino alla temperatura esterna di progetto invernale del sito di installazione. Tuttavia se l‘applicazione è di tipo  abitativo sarebbe meglio selezionare un modello che possa funzionare anche a qualche grado in meno della temperatura di progetto, in modo da essere sicuri che l’apparecchio non si blocchi quando c’è più bisogno di esso, cioè quando la temperatura esterna scende occasionalmente sotto il valore di progetto (…il che accade solitamente di notte).  Se l’applicazione fosse per il terziario sarebbe invece sufficiente che l’apparecchio possa funzionare solo fino alla temperatura esterna di progetto.  In effetti quando gli impianti per il terziario funzionano, cioè solo di giorno, è quasi impossibile che la temperatura esterna possa assumere un valore inferiore a quello di progetto.

2. L’apparecchio scelto deve avere la grandezza maggiore  tra quelle individuate per l’abbattimento del carico estivo e del carico invernale. L’errore che sta alla base della leggenda metropolitana che vogliamo demolire è in effetti quello di eseguire la selezione invernale utilizzando la resa nominale della pompa di calore che, in conformità alla Norma ISO 5151, è dichiarata da tutti i costruttori per una temperatura esterna di +7 °C.  Poiché il carico invernale è riferito alla temperatura esterna di progetto (per esempio -5 °C per gran parte del Nord Italia) un pompa di calore selezionata per +7 °C non sarebbe quindi in grado di erogare a tale temperatura la potenza necessaria.

Quindi è assolutamente falso affermare che, specialmente nei climi rigidi, le pompe di calore ad aria non sono di  norma sufficienti per riscaldare i locali in cui sono installate.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here