DOCUMENTAZIONE

Nuovo libretto, la sezione dedicata ai generatori

0

libretto impianti climaFacendo riferimento all’articolo pubblicato sul GT/2 febbraio, a pagina 40, verrà affrontata nel presente servizio la compilazione della sezione n.4 del nuovo libretto, dedicata ai generatori (non solo quelli di calore…) e di competenza ovviamente dell’installatore. La sezione n°4 relativa ai generatori di calore è suddivisa in 8 parti.

Il Terzo responsabile

Per completezza di informazione, la sezione n° 3 riguarda i soli dati relativi al Terzo responsabile, figura con competenze specifiche che può essere nominata a discrezione del responsabile di impianto.

Gruppi termici e caldaie

La sezione 4.1 del libretto si riferisce ai gruppi termici (bruciatore + camera di combustione) o alle caldaie (solo camera di combustione) a fiamma, e richiede una serie di informazioni facilmente reperibili direttamente dalla targa dell’apparecchio oppure dalle schede tecniche.

Oltre alla data di installazione ed eventuale dismissione, è necessario riportare marca, modello e matricola dell’apparato, la tipologia di combustibile, il fluido termovettore (ad esempio per un impianto tradizionale a radiatori e caldaia a fiamma inseriremo l’acqua), la potenza utile (quindi resa) e il rendimento alla massima potenza.

Per terminare la compilazione di questa prima sezione, bisogna, tramite una crocetta, indicare se si tratta di un gruppo termico singolo, modulare, un generatore d’aria calda oppure un nastro radiante.

Generatori con bruciatore “separato”

Nel caso invece ci trovassimo di fronte ad un generatore di calore a fiamma costituito da un bruciatore separato dalla caldaia, dovremo compilare sia la scheda precedente, per la sola camera di combustione (caldaia) e la scheda seguente (4.2) per quanto riguarda il bruciatore.

Anche in questo caso la compilazione è immediata, i dati sono praticamente gli stessi di cui abbiamo discusso in precedenza.

Supponiamo il caso di avere una grossa caldaia con 3 bruciatori non incorporati nel gruppo termico, dovremo compilare una scheda 4.1 (individuando ad esempio la scheda con la sigla GT1 inteso come Gruppo Termico 1) e 3 differenti schede 4.2 (ossia BR1/GT1, BR2/GT1, BR3/GT1), quindi complessivamente si dovranno compilare 4 schede.

Scambiatori, condensatori, etc.

Nel caso in cui il nostro generatore fosse costituito da un recuperatore di calore o da un condensatore lato fumi, non incorporato all’interno del gruppo termico, ci sarà da compilare anche la scheda 4.3, inserendo i dati relativi alla data di installazione ed eventuale dismissione, marca, modello, matricola ed ovviamente la potenza nominale dello scambiatore.

Come sicuramente avrete intuito, ogni componente dell’impianto che presenta un rendimento termico o un efficienza energetica, va inserito nel libretto. Lo scopo del libretto, oltre a fare una cernita degli impianti presenti nel nostro paese, serve soprattutto a controllare l’efficienza energetica.

Macchine frigorifere e pompe di calore

Le macchine frigorifere (climatizzazione estiva) e le pompe di calore (climatizzazione invernale) andranno inserite nella sezione 4.4, dove oltre ai dati di cui discusso abbondantemente nelle righe precedenti, sarà necessario inserire la sorgente termica sia esterna che interna del circuito (ad esempio aria-aria se parliamo di split oppure aria-acqua se parliamo di chiller), la sigla del fluido frigorigeno contenuto all’interno dell’apparecchiatura (es. R410A), la tipologia di macchina (ad assorbimento oppure a ciclo di compressione), il numero di circuiti (che non sempre corrisponde al numero di compressori), i vari coefficienti di efficienza energetica, sui quali ci soffermeremo a breve, ed infine le potenze (frigorifera, termica ed assorbita).

Quando parliamo di EER, intendiamo l’indice di efficienza energetica della macchina frigorifera funzionante in freddo (climatizzazione estiva). Non è altro che il rapporto tra l’energia frigorifera resa all’evaporatore e l’energia consumata. Più è alto questo fattore e meglio è, significa che a parità di “fresco” introdotto in ambiente da parte della macchina il consumo energetico è inferiore.

Se invece ci riferiamo al COP, stiamo parlando del funzionamento della macchina in caldo (climatizzazione invernale), quindi come pompa di calore. COP è acronimo di coefficiente di prestazione. Si tratta del rapporto tra l’energia termica resa dal condensatore e l’energia consumata. Anche in questo caso più è alto questo fattore e meglio è, significa che a parità di “caldo” introdotto in ambiente da parte della macchina il consumo energetico è inferiore.

Infine abbiamo il “GUE” che rappresenta in pratica l’efficienza di una macchina ad assorbimento.

Sottostazioni di teleriscaldamento e teleraffrescamento

La sezione 4.5, dedicata alle sottostazioni di teleriscaldamento e teleraffrescamento, richiede semplicemente l’inserimento delle informazioni relative allo scambiatore di calore principale dell’impianto, ossia quello collegato alla rete.

La cogenerazione

La cogenerazione (produzione contemporanea di energia termica ed elettrica) e la trigenerazione (produzione contemporanea di energia termica, frigorifera ed elettrica) è inserita nella sezione 4.6 del libretto. In questa pagina, oltre ai soliti dati su cui non mi dilungo ulteriormente, sarà da inserire la massima potenza termica ed elettrica erogata dal generatore, la temperatura dell’acqua e dei fumi prima e dopo lo scambio termico, la temperatura dell’acqua del motore (ovviamente solo per motori a combustione interna) ed infine le emissioni di CO (monossido di carbonio).

Il solare termico

Il solare termico è contenuto invece nella sezione 4.7. Scheda molto veloce da compilare, richiede, nello specifico, il numero di collettori e la superficie totale dei pannelli solari.

Eventuali altri generatori

La sezione 4 termina con la sottosezione 4.8, dedicata ad eventuali altri generatori, non inseribili nelle precedenti sezioni, come ad esempio radiatori o termoconvettori a gas.

Luca Marcenaro, Professional Team

 

scarica il pdf relativo alla sezione GENERATORI:

Libretto Impianto – Sezioni 3 e 4

 

Nel prossimo servizio verrà presa in esame la compilazione della sezione n°5 relativa ai sistemi di regolazione e di contabilizzazione.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here