Ripartitore elettronico per contabilizzazione indiretta

0
Ripartitore elettronico Watts
L’azienda Watts Industries Italia di Biassono (MB) propone art. Serie 566, ripartitore elettronico di calore compatto.

In un tradizionale impianto di riscaldamento centralizzato con colonne montanti, la contabilizzazione indiretta del calore permette di controllare i consumi dei singoli radiatori presenti in ciascun appartamento dello stabile. Il tutto avviene tramite dei ripartitori elettronici, che, monitorando la temperatura dei radiatori in base alla gestione dell’utente del proprio comfort, possono essere “letti” dall’installatore come se fossero dei comunissimi contatori stando anche all’esterno dell’edificio senza impegnare l’utente finale.

La corretta gestione del ripartitore elettronico di calore serie 566 (con sonda interna) di Watts Industries Italia permette di ottenere un risparmio fino a oltre il 30% delle spese condominiali generali.

È fornito in un kit completo di riqualificazione del radiatore, composto da ripartitore elettronico serie 566, omologato UNI EN834, valvola termostatica con pre-regolazione certificata UNI EN 215, attuatore termostatico 148A in classe A TELL, detentore micrometrico, sistema di fissaggio standard del ripartitore e sistema anti-manomissione.

Dei dispositivi radio aggiuntivi possono essere utilizzati per contabilizzare la centrale termica, l’acqua sanitaria calda e/o fredda, i misuratori volumetrici compatti, ottimizzando l’impianto termico e assicurando il contenimento dei costi e il rispetto per l’ambiente.

Occhio alle misure
Per una corretta rilevazione dell’energia termica, i ripartitori vanno installati secondo le regole specifiche riportate sul manuale d’installazione, che dipendono dalle dimensioni dei radiatori: ad esempio, corpi scaldanti dalla lunghezza superiore ai 3000 mm sono da considerare come due singoli radiatori in serie e, pertanto, richiedono l’installazione di due ripartitori.

Batteria ultradecennale
Il sistema di Watts Industries è dotato di una batteria dalla durata di 10+1 anni di funzionamento che permette il controllo, tramite auto test interno, di eventuali manomissioni sia elettroniche sia di funzionamento. La lettura può essere automatizzata inserendo un concentratore in abbinamento ad eventuali amplificatori del segnale radio, che consente l’invio del dato tramite rete GSM/GPRS; in alternativa, la lettura dei dati avviene tramite il sistema mobile Walk-By utilizzato anche per la parametrizzazione da parte dell’installatore.

10Massima “discrezione”
Normalmente, la lettura di un contatore è resa problematica dall’assenza o dall’indisponibilità degli inquilini, che rende impossibile l’accesso al contatore. Con questi ripartitori, l’installatore che esegue la lettura può posizionarsi nelle vicinanze dell’appartamento, ad esempio nella tromba delle scale o davanti al portone, lanciare il software e leggere con la massima sicurezza il segnale radio emesso dai ripartitori: l’antenna a radiofrequenza del sistema mobile Walk-By copre una distanza media pari a circa 6-7 piani di un palazzo.

Stefano Troilo

Per un approfondimento sulla corretta installazione del prodotto citato, vi invitiamo a consultare il fascicolo di Settembre di GT il giornale del termoidraulico.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here