Testo – Quando le misure contano

0
TestoSpA
La filiale Testo SpA in Italia, Settimo Milanese (MI).

Testo SpA, nata nel 1992, è la filiale italiana della multinazionale tedesca Testo AG, uno dei maggiori produttori mondiali di strumenti portatili e fissi per la misura di parametri fisici e chimici quali temperatura, umidità, velocità e qualità dell’aria, gas di combustione, pressione.

Antonio Pili, riferisce in merito alle novità e strategie messe in campo dall’azienda nel corso degli anni.

Come i vostri prodotti hanno contribuito all’evoluzione del settore?
“In pochi anni dalla sua fondazione, Testo SpA si è ritrovata in posizione privilegiata come fornitore di strumentazione di misura per il professionista nel settore HVAC/R. Le motivazioni di questo successo sono molte, ma sicuramente l’innovazione tecnologica introdotta abbinata alla qualità dei prodotti “made in Germany” ha giocato un ruolo fondamentale. I notevoli investimenti in ricerca e sviluppo ci permettono di proporre ogni anno diverse innovazioni di prodotto. È davvero difficile fare un elenco completo ma, a mio parere, l’esempio più significativo è quello di aver introdotto, già nel 2009, i primi analizzatori di combustione con celle di misura dalla vita media di 6 anni, sostituibili dall’utente. Questo ha ridotto drasticamente i costi di manutenzione degli strumenti di misura. Il 2015 e il 2016 saranno invece gli anni dell’Internet of Things, per cui proporremo prodotti che interagiranno sempre più con smartphone e tablet, aggiungendo praticità, semplicità, ma anche una maggiore robustezza e compattezza dello strumento di misura”.

Come si ottiene il giusto rapporto tra efficienza e comfort in un impianto?
“Grazie alle innovazioni tecnologiche del settore edilizio e impiantistico, i componenti dell’impianto che influiscono su questi due requisiti sono aumentati. Misurare i parametri di funzionamento e ambientali è sempre più importante per eseguire le corrette regolazioni e massimizzarli entrambi. Testo sta studiando nuove tecnologie e progettando famiglie di prodotti, nell’ottica di diventare il più importante fornitore di strumentazione di misura per i professionisti del settore termoidraulico e impiantistico”.

Come perseguite la sicurezza degli operatori e, di conseguenza, degli utenti finali?
“Pensiamo alla sicurezza come valore fondamentale: per questo, i nostri strumenti sono progettati tenendo conto di questa esigenza. Ad esempio, introducendo “piccoli” ma importanti accorgimenti che permettono all’operatore di lavorare a mani libere o addirittura a distanza dal punto di misura; facendo certificare la sicurezza e la qualità dei prodotti a importanti enti terzi riconosciuti internazionalmente; garantendo misure sempre precise per permettere all’operatore di regolare correttamente impianti critici per la sicurezza dell’utente finale”.

“Segreti e virtù” del lavoro quotidiano
“Organizzazione “tedesca” e attenzione al cliente sono al centro del nostro lavoro quotidiano – spiega Pili -. In questi mesi ci stiamo impegnando per migliorare il servizio e il supporto attraverso un’intensificazione delle attività di formazione tecnica e, soprattutto, riducendo i tempi necessari alla revisione e la taratura dei prodotti che i professionisti ci affidano. Abbiamo ben presente quanto sia difficile fare a meno anche solo un giorno del proprio strumento di lavoro quotidiano, soprattutto durante la stagione termica”.

L’azienda “in numeri”
Testo conta oltre 2300 dipendenti distribuiti nelle 27 filiali presenti nei 5 continenti. Produce strumenti di misura destinati alla produzione e manutenzione tra cui termocamere, trasmettitori di processo per applicazioni industriali, emissioni e processi termici, riscaldamento e impiantistica, condizionamento, ventilazione, refrigerazione, alimentare. Nei laboratori e per il controllo qualità in genere si inseriscono le linee di datalogger, strumenti per il monitoraggio e per la taratura, termometri campione, igrometri campione, apparecchiature per la calibrazione e servizi di taratura. La sede italiana, che conta 44 persone, è a Settimo Milanese. Il relativo team gestisce le attività commerciali e di marketing, l’assistenza tecnica e il servizio tarature. Testo SpA collabora con numerose agenzie di rappresentanza regionali e oltre 300 distributori qualificati. Il fatturato del gruppo nel 2014 è stato di oltre 230 milioni di euro. Il 10% viene costantemente investito nell’area di Ricerca e Sviluppo.

Cosa c’è di nuovo?

Analizzatore di combustione

Testo 330 LL V3 è un analizzatore di combustione professionale che soddisfa qualsiasi esigenza di misura sugli impianti di riscaldamento.
Con questo strumento è possibile eseguire la prova di tenuta degli impianti gas o misure su impianti a combustibili gassoso, liquido e solido.

L’ analizzatore di combustione testo 330 LL V3.

Com’è fatto
E’ dotato di tre celle per la misura di O2, CO e NO (opzionale), di un sensore termometrico integrato nella sonda fumi per la misura diretta di temperatura, e un sensore di pressione differenziale. Queste celle hanno vita media di 6 anni e sono garantite 4 anni. E’ possibile scegliere tra diverse sonde e accessori, che spesso consentono di risparmiare sull’acquisto di un ulteriore strumento di misura.

Come funziona
Grazie al sistema magnetico, lo strumento si appoggia direttamente sulla caldaia o sul bruciatore, permettendo all’operatore di lavorare a mani libere. L’azzeramento automatico del sensore gas avviene in soli 30 secondi dall’accensione: quando tale procedura non è necessaria, può essere annullata. L’autozero e la prova del tiraggio avvengono senza rimuovere la sonda dal camino (modello Testo 330-2 LL V3). Sono già memorizzate diverse funzioni di misura. Durante la misura del CO, la diluizione automatica fino a min. 30.000 ppm CO consente di regolare bruciatori anche in situazioni estreme (solo per il modello Testo 330-2 LL V3). La memoria archivia fino a 500.000 misure, che vengono visualizzate graficamente sul display a colori. La rappresentazione delle procedure di misura con matrice dei fumi avviene attraverso un diagramma a linee. La funzione logger permette di eseguire prove nel lungo periodo, registrandone i relativi valori.

Perché comprarlo
Per quanto siano tecnicamente semplici, le prove di tenuta e le misurazioni in genere richiedono un’elevata precisione. Chi le esegue approssimativamente, mette a repentaglio la sicurezza dell’utente, esponendosi a sua volta a responsabilità legali. Munirsi di un analizzatore tecnologicamente all’avanguardia, è un investimento dalla resa sicura. Grazie alla lunga vita operativa delle celle del modello in questione, i costi di manutenzione dello strumento risultano notevolmente ridotti, in quanto non sarà più necessario sostituire frequentemente i sensori di misura.

Manutenzione e accessori
Un sistema di controllo a semaforo monitora le celle, restituendo un’indicazione affidabile del loro stato di funzionamento. Queste sono facilmente sostituibili dall’utente, dopodiché non occorre una nuova taratura. Tutti i percorsi gas sono collegati allo strumento grazie al robusto connettore a baionetta. Le sonde, disponibili in diversi diametri e lunghezze, assicurano un’elevata flessibilità per tutte le applicazioni. Sostituirle è semplicissimo: basta posizionarle sull’impugnatura e agganciarle. Il raccoglicondensa integrato, dotato di sensore di riempimento, è semplice da svuotare.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here