Una centrale termica “modulare”

0
LA SEDE STORICA di Bisazza SpA dove è stata realizzata una centrale termica nuova a servizio dell’intero complesso industriale.

La sede storica di Bisazza SpA, leader mondiale nella produzione del mosaico di vetro, è caratterizzata da un design moderno ed è composta sia da spazi adibiti alla produzione che da uffici e showroom. Coniugare l’attenzione all’impatto estetico con un sistema moderno ed altamente efficiente, in grado di riscaldare la struttura in modo confortevole, era tra le mission dei lavori.

L’obiettivo

Il committente aveva la necessità di realizzare una centrale termica nuova a servizio dell’intero complesso industriale che permettesse di dismettere quella esistente e ormai obsoleta, raggiungendo così un risparmio energetico importante sui consumi dell’intera struttura.

Tra le richieste c’era la necessità di non impegnare spazio prezioso all’interno dei locali e la realizzazione di una struttura esterna di limitato impatto estetico. Per questo motivo, si è scelto di realizzare una struttura di contenimento modulare, eventualmente espandibile e trasferibile in altri siti dell’azienda stessa.

Si tratta di una soluzione considerata vantaggiosa sia dal punto di vista economico che per le diverse esigenze in termini impiantistici, strutturali ed architettonici.

LA CENTRALE TERMICA. La richiesta era di non impegnare spazio prezioso all’interno dei locali, con la realizzazione di una struttura esterna di limitato impatto estetico.

I moduli termici

La struttura di Bisazza è ora riscaldata da 3 caldaie Gas 310 Eco a condensazione di PARADIGMA per una potenza totale di 1,2 MW. Le caldaie con tutti i relativi accessori e componenti d’impianto sono inseriti in un unico box da esterno, composto da tre singoli moduli, ciascuno con dimensioni di 2600x2000x2000 mm, prefabbricati, trasportati singolarmente ed assemblati in loco. Data la grandezza totale del blocco unico, questa scelta ha permesso di evitare un trasporto eccezionale e il vantaggio di avere già pronta alla consegna tutta la centrale preassemblata in fabbrica, con notevoli risparmi economici e di tempo.

Per quanto riguarda l’impatto estetico, come richiesto dalla committenza, i box sono stati appositamente verniciati con una colorazione nera opaca (riprendendo la grafica e l’ immagine dell’intera struttura di Bisazza) e le canne fumarie sono state mascherate da un canneto a ridosso del box.

ESTETICA E COMFORT. Gradevole impatto estetico per un sistema efficiente in grado di riscaldare la struttura in modo confortevole.

All’interno del modulo è presente il collettore gas combusto delle tre caldaie, per la raccolta di gas di scarico, valvole clapet DN 250 motorizzate per evitare riflussi, scambiatori a piastre ed accessori come defangatori e degasatori di opportune dimensioni e diametri. I moduli termici sono completi di quadro elettrico comprensivo di termoregolazione per la gestione da remoto dell’intero gruppo scaldante, interruttori magnetotermici, ausiliari e pompe, e con il tutto già precablato.

I circuiti

All’interno del box è stato installato uno scambiatore a piastre da 1 MW, un collettore di mandata e uno di ritorno opportunamente bilanciati in DN 125 con riduzione di sezione, 2 circolatori intercettabili collegati in parallelo. Tutte le tubazioni interne al box sono state coibentate, collettori compresi.

Il circuito secondario è caratterizzato da un collettore DN 200 con stacco per circuito di riscaldamento DN 125, due circolatori intercettabili e collegati in parallelo, un gruppo di carico automatico con disconnettore idraulico e by-pass e vasi di espansione da 300 l.

IL BOX DI CONTENIMENTO. Sezione del modulo prefabbricato da esterno nel quale è possibile notare la razionalità e pulizia nella disposizione degli elementi.

Grande flessibilità

Il grande plus dell’installazione è l’estrema flessibilità e adattabilità degli impianti installati, in grado di funzionare anche con una termoregolazione cablata di altra marca già utilizzata dalla committenza per la gestione dell’intero sistema di riscaldamento e condizionamento della struttura.

“Questo sistema ha permesso di avere tempi, costi e risultati certi. Paradigma ha messo a disposizione un box di contenimento realizzato su misura, ci ha offerto la possibilità di realizzare un modulo personalizzato sotto tutti gli aspetti, sia per dimensione, componenti che colorazioni. Inoltre – prosegue il progettista Giampietro Querci – non è stata tralasciato nulla nella cura e nella scelta dei materiali che li compongono, con un risultato certificato sia di durata nel tempo che di isolamento termico”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here