Misurazione e ripartizione del calore: dalla Germania, l’esperienza di Qundis

La sede Qundis in Germania.
L’innovazione tecnologica ci consente oggi di possedere strumenti che permettono di risparmiare energia, dandoci preziose informazioni sui nostri consumi, con la possibilità di misurarli, regolarli ad hoc e monitorarli in modo continuativo.

Si tratta degli strumenti di regolazione della temperatura e della contabilizzazione del calore, nonché del consumo di acqua, dispositivi che giocano un ruolo chiave nella partita dell’efficienza energetica, soprattutto in ambito residenziale. Basta pensare che disporre di informazioni sul consumo in modo istantaneo, permette una riduzione dei consumi di riscaldamento pari al 30%.

Lo sa bene l’azienda tedesca Qundis, player di spicco nel settore dei misuratori e dei sistemi di lettura per il conteggio finale di acqua e calore basati sui consumi effettivi, forte della sua esperienza nazionale, in cui il 77% dei consumi elettrici sono da imputare al riscaldamento. Si tratta di un mercato già completamente maturo, a differenza di quello italiano, che sta esplodendo ora in tutta la sua potenzialità.

Il grande trend della digitalizzazione delle informazioni è pilastro di queste nuove possibilità di misurazione, unitamente al costo dell’energia che continua a crescere, così come la sensibilità verso l‘ambiente ed il miglior utilizzo delle risorse. Inoltre, in Italia è ormai obbligatorio installare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore nei condomini con impianti centralizzati. Ad oggi, il mercato italiano non è quindi affatto saturo ed è ragionevole ipotizzare che non più del 70% degli immobili coinvolti nel nostro Paese si sia adeguato alla normativa, con una stima di circa un milione di appartamenti che ancora devono essere equipaggiati di ripartitori di calore.

Il nodo centrale della tecnologia è una lettura facile e veloce per un conteggio finale frequente e corretto, attraverso l’utilizzo di un’architettura aperta, così che il sistema possa essere ampliato per il condominio con tutti gli strumenti che riguardano la contabilizzazione del calore, la contabilizzazione in centrale, la contabilizzazione dell’acqua, il controllo dei fumi e non solo.

L’installatore può dare un contribuito molto importante per lo sviluppo di questa pratica sensibilizzando i suoi interlocutori, ad esempio amministratori o singoli condomini: un’informazione personalizzata con proprio profilo di consumo, mette nelle condizioni di beneficiare di un importante risparmio in termini di costi energetici e di riscaldamento.

«Gli strumenti di misurazione dei consumi – ha affermato Antonello Guzzetti, Country Manager di Qundis in Italia – consentono di raccogliere e rendicontare i consumi per edificio e promuovere comportamenti mirati al risparmio energetico. Disporre dei giusti strumenti vuol dire disporre di una corretta informazione e quindi avere una panoramica chiara legata a tutti i dati di consumo, quando e dove si desidera».

Ad oggi i riflettori dell’azienda sono puntati sui prodotti AMR dotati dell’innovativa tecnologia di lettura automatica di contatori (Automatic Meter Readout), compatibile con gli standard europei della domotica KNX. Un esempio è il Q heat 5 con interfaccia per reti mobili e funzionamento cloud. Attraverso nodi di rete, collegati al gateway e quindi alla piattaforma Smart-Metering-Plattform di Qundis, i dettagli sui consumi energetici del riscaldamento, dell’acqua, della corrente e del gas vengono raccolti e trasferiti alle strutture preposte o direttamente agli amministratori.

Questa soluzione permette il rilevamento di tutti i dispositivi wireless che lavorano su base OMS all’interno di un dato immobile. Oltre agli strumenti di misurazione per riscaldamento, Qundis offre al mercato europeo dispositivi per la misurazione del flusso dell’acqua e rilevatori di fumo.

Chi è Qundis?
Qundis, nata dalla fusione tra la ditta ricca di tradizione QVEDIS (ex Siemens) e la KUNDO SystemTechnik, è una realtà che da 30 anni opera in 30 nazioni, che conta in Europa 6 milioni di unità installate e che investe ogni anno il 10% in Ricerca e Sviluppo. OEM partner di Siemens ed Honeywell, Qundis nel 2016 è stata premiata tra le 100 aziende più prestigiose in Germania, con concrete strategie di sostenibilità.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here