Ariston dà il via alla Comfort Challenge 2.♥

0

Solidarietà, comfort e innovazione: Ariston propone un’iniziativa per donare il comfort a chi ne ha più bisogno, attraverso la riqualificazione energetica di strutture che sostengono concretamente le comunità locali.

Portare il comfort ovunque è la mission di Ariston: proprio con questo obiettivo, l’azienda ha intrapreso lo scorso anno – insieme ai propri partner – “The Ariston Comfort Challenge”, una missione unica tra i ghiacci della Groenlandia, per portare il comfort in condizioni estreme ai ricercatori dell’Università di Copenaghen che studiano il cambiamento climatico.

Con lo stesso spirito, quotidianamente, tutti i professionisti Ariston affrontano la sfida di portare il comfort in ciascuna realtà familiare: infatti, grazie ai propri installatori, Ariston ha portato avanti l’iniziativa Ariston Comfort Challenge 2., con l’obiettivo di donare il comfort a chi ne ha più bisogno, attraverso la riqualificazione energetica di strutture come case-famiglia, associazioni culturali e di volontariato, strutture sportive e altro.

«Un’esperienza – spiega Mario Salari, Country Manager Italy di Ariston Thermo Group – che ci ha permesso di capire che è importante ciò che facciamo ogni giorno, con i nostri prodotti e i nostri partner, e come il comfort possa cambiare la vita delle persone: Ariston insieme agli installatori ha affrontato la sfida estrema di portare il comfort in Groenlandia, per aiutare la ricerca sul cambiamento climatico, ma gli installatori “quotidianamente” vivono queste sfide. Al centro delle iniziative proposte con Comfort Challenge 2., ci sono degli eroi che svolgono un’opera fondamentale per la nostra società».

Comun denominatore di queste strutture è il loro scopo sociale e benefico, volto a sostenere concretamente e quotidianamente le comunità locali. Ne sono un esempio: la Parrocchia SS. Trinità Lagopesole di Avigliano (PZ), il Polo formativo ed educativo Meter Onlus di Pachino (SR), la Special Angels Dance School di Druento (TO) e la Comunità terapeutica Torre Certalda di Umbertide (PG).

Il “cuore” della riqualificazione energetica

Con la propria tecnologia, Ariston ha contribuito al miglioramento delle condizioni di vita delle persone ospitate e rendendo più confortevoli gli ambienti in cui vivono: «Il prezioso contributo, tecnico e prima di tutto umano, dei nostri professionisti – spiega Marco Manzone, Europe Marketing Director, Ariston Thermo – ha permesso di incrementare il benessere e la qualità della vita delle comunità locali, in un’ottica di supporto al territorio e alle sue esigenze».

Francesco Mantovani durante l’installazione della caldaia presso la Special Angels Dance School di Druento (TO).

Cuore della riqualificazione energetica delle strutture è la caldaia a condensazione Ariston Alteas One Net, che rappresenta il connubio perfetto tra efficienza, prestazioni eccellenti e Made in Italy. Fondamentali sono i vantaggi rappresentati dalla app Ariston NET, che permette ad ogni consumatore di controllare l’impianto a distanza e monitorare i consumi, per un risparmio in bolletta fino a 800 euro all’anno. Ma non solo: Alteas One Net, essendo dotata di una connettività smart, può essere comandata e regolata tramite il controllo vocale di Amazon Alexa e Google Assistant. Grandi vantaggi anche dal punto di vista energetico e ambientale: la tecnologia a condensazione e gli accessori per la termoregolazione sono infatti in grado di migliorare l’efficienza e le prestazioni, assicurando ad Alteas One Net la classe energetica A+.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here