Per il collegamento della linea adduzione gas ogni dispositivo richiede accessori differenti?

0

Nell’installazione di apparati o sistemi di riscaldamento che richiedono l’utilizzo di gas metano (es. bruciatori di caldaie, generatori di aria calda, ecc.) bisogna sempre rispettare la normativa vigente in materia (norme UNI, linee guida, decreti, ecc.); inoltre, i collegamenti e la realizzazione delle opere devono essere eseguiti da aziende in possesso dei requisiti tecnici.

Avviamento e collaudo dell’impianto a gas: gli accorgimenti necessari

UN GENERATORE di aria calda che dovrà essere alimentato a gas

Oltre a quanto sopra esposto, le case costruttrici danno indicazioni riguardo agli accorgimenti necessari e obbligatori a cui attenersi prima dell’avviamento e collaudo dell’impianto. Se prendiamo come esempio la realizzazione di una nuova linea del gas a servizio di un generatore di aria calda, a seconda della marca di produzione il costruttore definisce i criteri sul collegamento: se bisogna sempre utilizzare per i collegamenti della linea gas esclusivamente componenti certificati CE, viene fatto divieto di utilizzare i raccordi filettati direttamente sul raccordo gas.

Cosa prevede la normativa

La normativa vigente consente una pressione massima all’interno dei locali, o centrali termiche, di 40 mbar; pressioni più elevate dovranno essere ridotte prima dell’ingresso nel locale caldaia o dove installato il modulo. Molti moduli vengono forniti completi di doppia valvola gas, stabilizzatore di pressione e filtro gas. Molti componenti sono montati all’interno del vano bruciatore.

Per completare l’installazione, secondo quanto richiesto dalla normativa vigente, è obbligatorio montare il giunto antivibrante e il rubinetto gas. È obbligatorio l’uso di un filtro gas certificato EN126 con grado di filtrazione minore o uguale a 50 micron, senza stabilizzatore di pressione, di ampia capacità in quanto talune volte quello montato di serie, a monte della valvola gas, potrebbe essere di superficie limitata. È assolutamente vietato alimentare il circuito gas con pressioni superiori a 60 mbar. Il pericolo potrebbe essere la rottura della valvola. Qualora si avessero pressioni superiori a 60 mbar, occorre installare un riduttore di pressione a una distanza minima di 10 m e non mettere nessuno stabilizzatore di pressione tra il riduttore e il generatore, lasciando comunque il filtro gas.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Professione*

Provincia*

Telefono

Oggetto

Messaggio*

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*