Flair: il box doccia “Designed for Life”

0

Flair AYOLa solidità, la funzionalità, la facilità di montaggio e il design sono i pilastri principali su cui si basano tutti i prodotti di Flair.

Incentrata sulla ricerca di innovative soluzioni funzionali, eleganti e di qualità superiore nel segmento dei box doccia e delle pareti vasca, Flair è una felice realtà nata in Irlanda nel 1952 e oggi sempre più presente anche sul mercato italiano. In queste pagine la voce del suo Direttore Commerciale, Aidan Murphy.

Mr. Murphy, parliamo subito di prodotti. Quali sono le ultime novità?

«Nel 2021 abbiamo presentato la gamma AYO, che si affianca alle collezioni ETO e ORO, introdotte in Italia nel 2020. Si tratta di una completa linea modulare di Walk In che utilizza un vetro di sicurezza da 10 mm di spessore, progettata per consentire all’architetto, al progettista o al personale dello showroom di creare autentiche soluzioni all’avanguardia adatte ad ogni spazio doccia con grande libertà progettuale».

Come può garantire tale versatilità?

«AYO consente un numero di configurazioni difficilmente eguagliabile ed è in grado di rispondere a qualsiasi necessità dei nostri clienti grazie alla vasta gamma di profili, tipologie di guarnizioni, accessori e soluzioni di stabilizzazione alternative. Ad esempio, la barra di supporto con il punto di fissaggio a soffitto e lungo la lastra di vetro, oppure la barra di stabilizzazione a L che consente di superare impedimenti al fissaggio classico di un Walk In.

A questa collezione sono state dedicate due intere sezioni del nostro nuovo catalogo. Nella prima illustriamo le peculiarità del nostro sistema modulare affinché l’utilizzatore possa mettere in campo la sua creatività con tutti i componenti disponibili, mentre nella seconda proponiamo diverse configurazioni per spazi in nicchia, ad angolo e una parete libera, che comprendono soluzioni a uno, due o tre lati. Oltre alle finiture silver e nero opaco, AYO si arricchirà, da settembre, di altre 4 finiture con vetro da 10 mm di spessore e una nuova versione con vetro da 8 mm in stile “Tudor” molto innovativa».

Flair AYO
AYO comprende una vasta gamma di profili, tipologie di guarnizioni, accessori e soluzioni di stabilizzazione alternative

C’è un trend di R&S al quale siete da sempre coerenti?

Flair box doccia collezione ETO
La collezione ETO prevede il sistema di assemblaggio senza viti Click-Fit

«Facciamo ricerche di mercato approfondite, in un’ottica europea, per sviluppare soluzioni sempre coerenti al nostro motto: Designed for Life. Non scendiamo a compromessi né sulla robustezza, né sulla sicurezza dei nostri prodotti e ricerchiamo costantemente nuove soluzioni per aiutare il lavoro quotidiano dei nostri professionisti, come, per esempio, lo sviluppo di meccanismi innovativi e funzionali. Ne è esempio il sistema di assemblaggio senza viti Click-Fit per la collezione ETO, la guida magnetica di scorrimento per la linea ORO e le soluzioni di fissaggio alternative per la collezione AYO».

E in merito al design?

«I numerosi premi di design ottenuti dai nostri prodotti: RedDot, IF Design e, per ben due volte, il Good Design Award, sono un ulteriore stimolo per proseguire nel percorso che da anni ci caratterizza. In particolare, il Good Design Award premia designer e produttori per l’ideazione di concetti innovativi e originali che puntano sul design di qualità della forma, della funzione e dell’estetica, uno standard che oltrepassa i normali prodotti di consumo».

La linea ORO si è aggiudicata il Good Design Award

Cosa chiede il mercato italiano del box doccia?

«La ricerca dell’essenziale è il tratto che più risalta nei feedback che registriamo dal mercato italiano. Il cliente italiano è al passo coi tempi, conosce tutte le tendenze del momento e, talvolta, persino le anticipa, coniugando alla ricerca dell’essenziale il gusto per un’estetica che trasmetta relax e benessere. Vediamo così l’affermarsi di tinte naturali e calde per ambienti bagno armoniosi e rilassanti. E se il bagno diventa stanza da arredo, la doccia non può che avere un ruolo fondamentale. Vetri spessi incorniciati da snelli profili in acciaio inox o anche neri, oro, ottone o nickel, complementano e mettono in risalto il vano doccia anziché nasconderlo e viene prestata sempre più attenzione alla rubinetteria. Il box doccia, al contrario di quello che si potrebbe pensare, è un prodotto estremamente tecnico che necessita di un servizio impeccabile».

Di conseguenza dovete offrire un supporto adeguato…

«Flair si impegna costantemente per offrire un impeccabile servizio post-vendita seguito da uno specifico team interno. Non a caso, i primi investimenti di Flair in Italia si sono concentrati nei centri d’assistenza territoriale e nel dipartimento logistico per garantire consegne estremamente celeri. Riteniamo fondamentale costruire e consolidare un rapporto di fiducia con i nostri partner che presidiano il territorio ed è per questo che desideriamo contraddistinguerci, come nel nostro Paese di origine, nell’assistenza a 360° per rispondere velocemente e in modo puntuale alle diverse richieste del mercato».

In questo senso, che ruolo gioca e cosa può fare il distributore vostro partner?

«Il cliente finale è sommerso da un’infinità di prodotti, all’apparenza molto simili tra di loro, ma in realtà molto differenti per qualità e caratteristiche tecniche: la cabina doccia è il prodotto che subisce più sollecitazioni all’interno del bagno. Dunque, i meccanismi di scorrimento, le cerniere, i profili e lo spessore del vetro sono solo alcuni degli elementi fondamentali per una resa perfetta, in termini di funzionalità e solidità del prodotto. Anche se il cliente è sempre più preparato ed informato sui prodotti a sua disposizione, è il personale dello showroom che può illustrare al meglio le differenze tecniche dei prodotti. Il personale dei nostri partner ha un ruolo decisivo nell’assistere l’utente nella scelta del prodotto più adatto alle sue esigenze, mettendogli a disposizione gli strumenti per confrontare correttamente gli elementi a sua disposizione: tecnologia, sicurezza, funzionalità, design e budget».

Avete in corso o in previsione programmi e progetti in cui il distributore sarà coinvolto?

«L’aggiornamento è fondamentale nel nostro settore. Stiamo lavorando su sessioni formative e di aggiornamento per i nostri partner; il mezzo perfetto per fornire loro gli strumenti e le conoscenze tecniche necessarie in fase di vendita, ma soprattutto un’occasione preziosa per ascoltare i loro feedback. Le loro idee, suggerimenti e opinioni sono parte integrante del nostro costante processo di miglioramento e ci permettono di ascoltare i bisogni del mercato da vicino».

Ci può raccontare la genesi delle ultime acquisizioni e quale strategia segue?

«Ogni acquisizione ci rende migliori. Le conoscenze e le esperienze che si incrociano, infatti, aiutano ogni singolo brand a crescere più rapidamente da ogni punto di vista. Da sempre, il gruppo Sanbra, di proprietà della famiglia Murphy e di cui Flair Showers fa parte, segue con grande attenzione le aziende del nostro territorio che hanno consolidato positivamente la propria immagine sul mercato.

Le storie imprenditoriali di Marflow Engineering Ltd., produttore di rubinetteria sin dal 1968, e di The Majestic Shower Company, produttore di box doccia dal 1968, ci hanno sempre affascinato e i loro prodotti sono in perfetta complementarità con la nostra attuale proposta. Così come per l’acquisizione del marchio Flair Showers nel 2012, anche in questa occasione, terremo in grande considerazione l’inestimabile valore di eccellenza legato alla storia delle due aziende e, oltre a salvaguardare l’occupazione, potenzieremo nel breve termine le sinergie e i mercati con le altre aziende del Gruppo Sanbra».

LO 'STRUMENTO' CATALOGO
Aidan Murphy, Direttore Commerciale di Flair

«Flair è presente in diversi mercati, dove le esigenze e le culture sono molto diverse tra di loro. I nostri cataloghi, quindi, sono in continua evoluzione, in quanto cerchiamo sempre di fare tesoro delle differenze culturali tra i vari territori in cui siamo presenti. I dipartimenti Commerciale e Marketing, dopo aver raccolto le osservazioni e le necessità che emergono nei vari territori in cui operiamo, cercano di strutturare lo “strumento finale” in modo che possa rispondere con efficacia ai diversi bisogni degli operatori, senza mai venire meno all’immagine di marca definita globalmente per la nostra azienda. Una cosa che mi ha colpito durante le varie visite degli showroom specializzati sul territorio italiano sono state le librerie piene di cataloghi dietro le postazioni di vendita: oltre ad evidenziare l’ampiezza dei brand e delle linee prodotto a disposizione di ogni responsabile di sala mostra, mette in evidenza il grande impatto ambientale che da questo può derivare e che Flair ha voluto non ignorare. Proprio per cercare di ridurre il potenziale impatto ambientale provocato dalla quantità di carta utilizzata per le ristampe dei cataloghi, abbiamo voluto ridisegnare il nuovo layout del catalogo 2021 seguendo un’ottica totalmente nuova che ci consentirà di integrare nei cataloghi già in mano ai nostri partner solo gli aggiornamenti senza dover ristampare l’intero volume. Sono diversi anni che Flair promuove attivamente l’utilizzo di strumenti di approfondimento digitale e, anche se il catalogo fisico resta per il momento uno degli strumenti più utilizzati in fase di vendita, la propensione a utilizzare strumenti di consultazione e approfondimento digitali, se ben progettati, è in costante e rapido aumento».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Professione*

Provincia*

Telefono

Oggetto

Messaggio*

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*