Gestione consapevole degli F-Gas, l’iniziativa di Daikin con Remedia

0
Lo spazio polifunzionale Daikin Solution Campus in via Ripamonti 85 Milano.

Sostenibilità, efficienza energetica e riduzione delle emissioni di CO2. Il nostro obiettivo è diventare carbon neutral entro il 2050: è senz’altro una meta ambiziosa, ma collaboriamo con clienti e partner che possono aiutarci a raggiungerla”. Takayuki Kamekawa, presidente e A.D. di Daikin Italy, ha annunciato così, durante l’evento “Take a Breath, Make a Move” del 4 giugno a Milano, l’impegno dell’azienda nel diventare sempre più green. Elena Sensi, direttrice marketing, ha spiegato poi come – attraverso l’economia circolare e il lancio di nuovi prodotti green – si potrà conseguire questo ambizioso obiettivo.

Tre le principali novità presentate dal gruppo, ossia il Daikin solution campus, il progetto Installatori green, realizzato in collaborazione con Remedia (Consorzio per la gestione ecosostenibile dei rifiuti tecnologici) e una linea di prodotti con gas rigenerato. 

Ansgar Thiemann, Business Developement di Daikin ha illustrato alcune importanti strategie per la promozione di sistemi inverter efficienti e l’introduzione di nuove tecnologie e nuovi gas, la riduzione dei materiali non riciclabili partendo dal progetto di tutto il ciclo di vita dei prodotti e, infine, il recupero e la rigenerazione dei refrigeranti per il loro impiego (già oggi alcune macchine, per esempio VRV IV+ e Mini VRV utilizzano utilizzano gas refrigerante R410A rigenerato totalmente in Europa).

I protagonisti (da sinistra): Ansgar Thiemann, business developement, Elena Sensi direzione marketing e Takayuki Kamekawa, Presidente e A.D. di Daikin Italy insieme a Danilo Bonato, direttore generale di Remedia.
Il progetto  Installatore Green

Danilo Bonato, General Director di Remedia  ha comunicato che nel 2018 sono stati raccolti e assicurati al riciclo 25.700 apparecchi (l’equivalente di quattro airbus in termini di tonnellate), con l’obiettivo di raddoppiare entro tre anni.

Il progetto Daikin-Remedia aiuta l’azienda a comunicare con gli installatori per qualificarli. Il progetto iniziale prevede il coinvolgimento di circa 30 installatori da Lombardia ed Emilia Romagna. Gli installatori sono qualificati (al momento ne sono stati selezionati 30) da Remedia con un bollino di qualità. L’idea è di raccogliere il gas da 400/500 macchine in questo periodo per poi poterlo rigenerare.

Recupero dei refrigeranti ed economia circolare

La sfida (che parte da un progetto pilota della durata di 9 mesi con la certezza che esso rappresenti solo il primo step di un programma più ampio e lungimirante) è iniziata in Lombardia ed Emilia Romagna, con l’obiettivo di coinvolgere tutti gli operatori del settore sul territorio nazionale, per sensibilizzarli a una corretta gestione dei RAEE e degli F-Gas.

Si è stimato che, con il progetto pilota, il 25% dei climatizzatori raccolti conterranno il gas R410A. Un kg di questo refrigerante, se disperso, ha un impatto sull’atmosfera pari a quello di un’automobile di piccola cilindrata che percorre 18.477 km (circa 12 volte un viaggio Milano-Palermo): solo in questa fase iniziale del progetto si potrà generare un risparmio di emissioni di CO2 pari a circa 132 tonnellate.

Il gas rigenerato viene allocato al 100% alla carica di fabbrica di due gamme prodotte nello stabilimento di Ostenda: unità VRV IV+ a recupero di calore (nella foto) e Mini VRV IV serie S a doppio ventilatore.

Nel progetto Economia Circolare, Daikin può contare su validi collaboratori: gli installatori che hanno già aderito (o che aderiranno al programma) sono Installatori Green qualificati Remedia, e possono contare su un’accurata formazione che garantisce loro di acquisire le competenze necessarie per rispettare le leggi vigenti e applicare le moderne procedure per recuperare e riutilizzare il gas refrigerante dai climatizzatori che hanno terminato il ciclo di vita.

Quali sono i benefici del progetto?

Gli installatori che hanno aderito al progetto possono esporre il bollino di Installatore Green qualificato Remedia su tutti i materiali di comunicazione, oltre che utilizzare una procedura di disinstallazione e smaltimento conforme alla normativa, evitando quindi sanzioni penali per lo smaltimento non corretto del condizionatore.

Per il cliente finale affidarsi alla professionalità di un Installatore Green è una scelta consapevole ed ecologica, perché permette di partecipare a un progetto di ampio respiro: prendersi cura del pianeta e dell’ambiente circostante, soprattutto per le generazioni future.

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here