Hansgrohe SE investe in un nuovo stabilimento di produzione in Serbia

0
HansgroheCon un costo fino a 85 milioni di euro, il produttore di miscelatori e docce sta realizzando un impianto di produzione che sarà operativo a partire dalla fine del 2023

Hansgrohe SE investe in un nuovo stabilimento produttivo in Serbia per espandere le proprie capacità nella rubinetteria. L’azienda continua così a seguire il proprio percorso di crescita. Con un costo di circa 85 milioni di euro, il produttore di miscelatori e docce ha avviato la realizzazione di un impianto di produzione nella città di Valjevo, che sarà operativo a partire dalla fine del 2023.

“L’investimento rafforza la nostra rete di produzione in Europa”, dice Hans Juergen Kalmbach, Presidente del Comitato Esecutivo, Hansgrohe SE. “Fa parte della nostra strategia di produzione globale per mantenere le catene di approvvigionamento e le vie di trasporto brevi e sicure”. L’accordo per sostenere il nuovo stabilimento di Valjevo è stato firmato alla presenza del Presidente serbo Aleksandar Vučić, Lazar Gojković, sindaco di Valjevo, Hans Juergen Kalmbach, CEO Hansgrohe SE, e Frank Semling, membro del Consiglio Esecutivo di Hansgrohe SE.

Hansgrohe si affida a un alto livello di competenza nella produzione interna dei propri prodotti. “Con i nostri dipendenti in tutte le nostre sedi nel mondo, manteniamo la promessa di alta qualità e, quindi, garantiamo la soddisfazione del cliente”, dice Kalmbach. “L’impianto di produzione previsto in Serbia rafforzerà ulteriormente le nostre competenze nel settore della rubinetteria. Ora stiamo creando ulteriori capacità, soprattutto per il mercato europeo, che ci permetteranno di essere ancora più vicini ai nostri clienti”.

In futuro, Valjevo produrrà principalmente prodotti a marchio hansgrohe. Lo stabilimento di rubinetteria esistente a Schiltach si concentrerà quindi interamente sulla produzione di prodotti AXOR, il brand di design del Gruppo Hansgrohe.

“Con questo investimento, stiamo dotando Hansgrohe di tutti gli strumenti utili per il futuro e rafforzando tutte le sedi nazionali e internazionali”. Attualmente, Hansgrohe produce rubinetti a Schiltach e Shanghai (Cina). L’impianto di produzione di Offenburg è il centro di competenza per i prodotti in plastica come soffioni, per la tecnologia di colorazione delle superfici e per il montaggio di rubinetti per bagni e cucine, oltre che di termostatici. L’azienda vanta altri stabilimenti di produzione a Willstaett e Bad Bentheim (Germania), Wasselonne (Francia) e Atlanta (USA).

La miglior soluzione complessiva

Il nuovo impianto di produzione sorgerà nella città di Valjevo in Serbia, a circa 100 chilometri a sud-ovest della capitale Belgrado, su un’area di 130.000 metri quadrati e sarà operativo a partire della fine del 2023, creando 1.000 posti di lavoro.

“Abbiamo esaminato siti in tutto il mondo”, spiega Frank Semling, Chief Production Officer di Hansgrohe. “Valjevo ci offre la miglior soluzione complessiva perché gode sia della disponibilità di lavoratori qualificati che di fornitori. Inoltre, la Serbia ha un accordo di associazione con l’Unione Europea, il che significa che agli investimenti come il nostro si applicano standard elevati a livello internazionale. Allo stesso tempo, l’infrastruttura è convincente. Dalla nuova sede, possiamo servire rapidamente la crescente domanda dei nostri prodotti in Europa”.

Il nuovo impianto diventerà uno dei siti di produzione più moderni in Europa. “Naturalmente, i nostri attuali siti di produzione nella Foresta Nera rimarranno un forte pilastro per Hansgrohe in futuro”, ha detto Semling. Nel solo sito di Schiltach West è stato investito un importo a due cifre di milioni di euro negli ultimi due anni.

“Nei prossimi 12 mesi proseguiremo a convertirlo, per continuare a produrre le nostre rubinetterie di alta qualità”, ha detto Semling. In futuro, solo la rubinetteria AXOR sarà prodotta qui. Nel 2018, a Offenburg sono stati investiti 30 milioni di euro per un nuovo impianto di galvanizzazione delle materie plastiche.

In Hansgrohe lavorano 4.700 persone in tutto il mondo, di cui più di 2.500 nelle sedi di Schiltach e Offenburg/Willstaett. L’azienda ha generato un fatturato di 1,074 miliardi di euro nel 2020. “Con i nostri investimenti, stiamo rafforzando la nostra rete di produzione e la vicinanza al cliente”, ha detto Kalmbach.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Professione*

Provincia*

Telefono

Oggetto

Messaggio*

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*