Eco Imp: sostenibilità, prima di tutto

0

La sua prima regola è il rispetto per l’ambiente, che concretizza sia attraverso i prodotti installati che con buone pratiche in cantiere. Non a caso l’azienda del termoidraulico Luca Florio, specializzato in climatizzazione a 360 gradi, si chiama Eco Imp Impianti sostenibili.

Luca Florio
Luca Florio, titolare della sua azienda Eco Imp Impianti sostenibili

Ha iniziato a lavorare nel mondo della termoidraulica a soli 15 anni, presso l’azienda di suo zio, la Marcucci Alfonso Impianti. Oggi a 43 anni, Luca Florio è un professionista affermato, con una sua azienda a Montesilvano, alle porte di Pescara, punto di riferimento per la climatizzazione in Abruzzo. A Pescara abbiamo fatto una piacevole chiacchierata con lui, da cui è emerso tutto il suo entusiasmo per una professione che pratica con grande passione ed alti valori, in primis qualità e sostenibilità.

A quali evoluzioni hai assistito in quasi 30 anni nel settore?

«La climatizzazione è arrivata a Pescara a livello residenziale quando ho iniziato a lavorare, quindi ho di fatto visto nascere questa tecnologia proprio all’inizio della mia carriera. I primi impianti erano abbastanza costosi, io stesso mi ricordo di aver pagato molto il primo split che mi installai a 18 anni. Pian piano negli anni, gli impianti sono diventati meno proibitivi e più efficienti, con standard sempre più alti ed anche a livello di installazione i cambiamenti sono stati notevoli».

fgas 8 21Come hai affrontato, al proposito, l’introduzione del patentino FGas?

«Appena istituito, ancora prima della sua obbligatorietà, nel 2016 sono stato tra i primi a dotarsi di patentino, ma anche di altre certificazioni. Non ho esitato un istante poiché l’opportunità di garantire installazioni alla regola dell’arte, con la massima qualità e sicurezza, senza recriminazioni di alcun tipo è un’opportunità preziosissima».

Come è nata la tua azienda?

«Questo lavoro mi è sempre piaciuto tantissimo: è dinamico, vario, non permette di annoiarsi e mi riempie di orgoglio. Quando completo un impianto, mi piace stare a contemplarlo per un po’ di tempo. Proprio questa grande passione mi ha portato a lavorare in modo autonomo già da molto giovane. Il passaggio successivo, nel 2016, è stata l’apertura della mia azienda Eco Imp Impianti sostenibili, un nome che sottolinea quanto io tenga alla salvaguardia dell’ambiente. E soprattutto da quando sono diventato papà, è una responsabilità che sento ancora di più: lasciare alle generazioni future un Pianeta in buone condizioni è possibile solo attraverso concrete scelte di sostenibilità ambientale».

Come concretizzi sul lavoro la sostenibilità?

«Attraverso l’installazione di prodotti caratterizzati da grande efficienza energetica, promuovendo le tecnologie che utilizzano rinnovabili, ma anche adottando politiche di riciclo molto severe nei cantieri, separando con estrema cura i diversi materiali da smaltire».

Particolare di una realizzazione

Parlavi di tecnologie. Quali soluzioni per un futuro sempre più green?

«La sostenibilità della climatizzazione, sia in riscaldamento che in raffrescamento, passa attraverso la transizione dal gas combustibile all’elettrificazione, quindi sostituire la caldaia a gas con pompe di calore. Il top, inoltre, è il loro approvvigionamento da fonti rinnovabili. Grazie al network di cui faccio parte, ho anche maturato esperienze nel mondo degli impianti fotovoltaici, altra tecnologia chiave della rivoluzione energetica».

Qualche progetto particolare?

«Sono stato coinvolto in un bellissimo progetto a Montesilvano, nella ex zona ghetto occupata abusivamente e sgomberata tre anni fa con un intervento della polizia. Si tratta di un notevole intervento di riqualificazione di 41 appartamenti, portato avanti grazie al Superbonus del 110%. Un lavoro molto delicato, che mi ha dato grande soddisfazione, è stata inoltre la climatizzazione di un capannone industriale per deposito medicinali, un ambiente a temperatura controllata con requisiti stringenti».

I tuoi prossimi obiettivi?

«Mi piacerebbe ampliare l’azienda per potermi occupare di più aspetti, come la gestione amministrativa, il marketing e le attività commerciali. Negli anni, ho frequentato diversi corsi sia di aggiornamento professionale che di gestione imprenditoriale. Ora punto a formare nuove leve e trasferire il mio know-how».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui