Soluzioni impiantistiche RDZ per interventi sia pesanti che leggeri

0

raffrescamento a pavimentoNegli edifici dove è poco agevole o sconsigliato rimuovere il pavimento, non è più necessario rinunciare ai benefici offerti dai sistemi di climatizzazione radiante. RDZ (Sacile, PN), infatti, ha sviluppato una serie di soluzioni a bassissimo spessore per il riscaldamento e il raffrescamento a pavimento da posare sopra la pavimentazione esistente.

Un esempio è DRY, sistema a secco realizzabile in soli 30 mm (escluso il rivestimento) che utilizza un doppio strato di lastre in acciaio zincato in sostituzione del massetto. Ma anche Quota Zero AD: una soluzione con pannello in polistirene compatto ad alta densità dello spessore di 1 mm da incollare direttamente sul vecchio pavimento in legno o in ceramica. Oppure Fiber 18, sistema con pannelli in gessofibra dello spessore di soli 18 mm fresati per l’alloggiamento delle tubazioni che si contraddistingue per la grande versatilità, la bassa inerzia termica e la compatibilità con qualsiasi rivestimento grazie al livellante cementizio posato in sostituzione del massetto. E infine Super D, il cui pannello in polistirene e grafite, non solo consente rendimenti elevati con spessori ridotti ma grazie all’elevata resistenza meccanica, può essere abbinato a massetti speciali ribassati.

Per la regolazione dell’impianto il cronotermostato digitale da incasso rappresenta in questo contesto una soluzione ottimale. Si tratta di un dispositivo semplice da utilizzare che permette la programmazione settimanale e l’impostazione di tre differenti fasce di temperatura giornaliere.

Per la produzione di calore e acqua calda sanitaria, RDZ propone Floor X, una pompa di calore splittata ad armadio che vanta un’efficienza energetica in classe A++. In uno chassis elegante, dalle dimensioni compatte – con una base quadrata di soli 60 cm – sono predisposti uno scambiatore di calore a piastre saldobrasate, un circolatore primario ad alta efficienza, un vaso di espansione da 24 litri e un separatore idraulico con pompa di rilancio per circuito secondario, comprensivo di accumulo inerziale da 24 L.
Infine, per garantire aria pulita e salubre anche negli edifici in cui non è possibile installare un sistema canalizzato, possono essere utilizzare le soluzioni “single room” WHR 40 e WHR 40 Plus. Si tratta di recuperatori da muro, compatti e dal design minimal, con doppio canale per la ripresa e la mandata dell’aria.

Entrambi contengono uno scambiatore entalpico a flussi incrociati in controcorrente con sistema di recupero del calore ad alta efficienza e un doppio filtro che garantisce la protezione del recuperatore e consente un’ottimale filtrazione dell’aria nuova immessa nell’ambiente. La portata per il ricambio automatico dell’aria indoor può essere impostata su quattro livelli regolabili e la gestione delle funzioni di timer, ventilazione, attenuazione notturna sono gestibili da telecomando. WHR 40, nella versione Plus, è in grado inoltre di gestire le funzioni di free-cooling e controllo dell’umidità.

Ristrutturazioni complete: massimo comfort ed elevata efficienza in casa

Per interventi più invasivi, RDZ propone una serie di soluzioni capaci di soddisfare qualsiasi vincolo progettuale e in grado di garantire comfort climatico in ambiente sia d’estate che d’inverno, con il massimo risparmio energetico e grande attenzione all’ambiente.
Per quanto riguarda l’emettitore di calore, tra i numerosi sistemi radianti a pavimento di RDZ, spicca Cover HP: una soluzione composta principalmente da un pannello bugnato in polistirene sinterizzato con grafite che consente un ottimo isolamento termico anche con ingombri ridotti.
Nel caso invece non si possa intervenire sul pavimento per preservare un pregiato rivestimento preesistente o per mancanza di spessore disponibile e nel caso l’altezza dei locali lo consenta, è possibile utilizzare il sistema a soffitto B!KLIMAX. Questa soluzione, ideale sia per il raffrescamento estivo che per il riscaldamento invernale, si compone di pannelli molto leggeri e maneggevoli in polistirene sagomato per poter alloggiare all’interno le tubazioni in PB da 6 mm dotata di barriera contro la diffusione dell’ossigeno. Lo spazio necessario per la realizzazione del sistema è di circa 15 cm.

Negli interventi di ristrutturazione completa, è importante prevedere sempre un sistema di trattamento dell’aria capace di garantire ambienti puliti e salutari tutto l’anno. A questo proposito l’unità UC 360-MHE di RDZ, non solo può occuparsi del rinnovo dell’aria con recupero di calore ad alta efficienza (~90%) ma anche del trattamento di deumidificazione durante il funzionamento estivo dell’impianto radiante. L’unità è prevista per l’installazione orizzontale in controsoffitto e dotata di attacchi aria sui due lati corti opposti per semplificare le connessioni aerauliche e permetterne l’installazione anche in spazi ristretti. In un involucro dalle dimensioni compatte, sono racchiusi il circuito frigorifero completo (R134a), la batteria di pre trattamento con valvola modulante ½” da alimentare con acqua refrigerata (15 °C), i ventilatori modulanti ad alta efficienza EC, 5 serrande motorizzate per la gestione delle portate d’aria nelle varie funzionalità, il by-pass per free-cooling, i filtri G3 (ISO coarse 50%) e il silenziatore. Lo smaltitore di calore sull’aria di espulsione consente di ridurre i consumi energetici sia in funzionamento di deumidificazione che di integrazione.

Per la produzione dell’energia necessaria a riscaldare e raffrescare, la pompa di calore splittata RDZ con modulo interno in versione WALL è una soluzione calzante. Si tratta di una macchina specifica per il settore residenziale customizzabile con l’aggiunta di resistenze elettriche, valvola deviatrice per produrre acqua calda sanitaria e tablet per la gestione dei parametri da remoto. La possibilità di apertura frontale del pannello facilita sia le operazioni di installazione sia la manutenzione, con una conseguente riduzione dei tempi di intervento.
PDC WALL UI abbinata al gruppo di rilancio GR e all’accumulo termico Fast per la produzione istantanea di ACS permette di garantire sempre le migliori condizioni di funzionamento dell’impianto e una corretta produzione di acqua calda per l’utilizzo sanitario.
Infine, per coordinare l’interazione tra questi elementi, è necessario completare l’impianto con un adeguato “cervello elettronico” capace di controllare e armonizzare il funzionamento delle componenti del sistema: la centralina WI-SA Design. Espandibile, efficiente ed efficace, è adatta a gestire con precisione e affidabilità tutti i parametri e gli elementi che entrano in gioco in un sistema di climatizzazione radiante estiva e invernale con produzione autonoma di energia.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here