Sostituzione di caldaia e condotti fumo, due possibilità

0

 

Devo sostituire una caldaia di tipo B esistente installata al centro di un appartamento e ci sono due possibilità:

  • installare una nuova caldaia tipo C a condensazione all’esterno dell’appartamento ed effettuare una nuova canna fumaria doppia parete fino a tetto con foratura di parte del cornicione;
  • installare una nuova caldaia tipo C a condensazione all’esterno dell’appartamento ma con la realizzazione di un condotto fumi di circa 4-5 mt all’interno dell’appartamento (nascosto da lesena con ispezioni) e collegamento alla canna fumaria esistente mediante intubamento. Questa soluzione è più gradita al committente.

La soluzione 1 è tecnicamente la più semplice e funzionale, ma con eventuali problemi “condominiali”.

La soluzione 2 è fattibile se:
– i ml 4-5 dei condotti fumo sono previsti idonei nel libretto di istruzione della nuova caldaia.
– se la copertura è conforme a quanto previsto dalla UNI 7129-3:2015 al punto 4.5.1

“I condotti di evacuazione dei prodotti della combustione devono essere ispezionabili e smontabili, consentendo le operazioni di manutenzione e verifica.”

Copertura con lesena e semplici “ispezioni” potrebbe non essere conforme.

L'angolo normativo
Se avete qualche dubbio tecnico, impiantistico o normativo, spedite i vostri quesiti all’indirizzo e-mail: gt@tecnichenuove.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui