Torna Progetto Fuoco, la fiera del riscaldamento a legna

0

La fiera biennale Progetto Fuoco sta per tornare presso la Fiera di Verona, confermandosi un importante punto di riferimento internazionale per il comparto del riscaldamento a legna.

Si tratta, dal 2000, dell’unico evento mondiale a ciclo completo nel settore, un luogo di incontro privilegiato tra la i principali produttori e la domanda internazionale ed un luogo di apprendimento e formazione grazie ai numerosi convegni previsti.

Nell’ultima edizione del 2016 i visitatori sono stati oltre 70.000, 14.500 dei quali provenienti da 69 diversi Paesi del mondo. L’edizione che andrà in scena dal 21 al 25 febbraio 2018 è frutto di una continua crescita: vedrà infatti una superficie espositiva di 115.000 mq, a fronte degli 105.000 mq dell’edizione 2016 e degli 85.000 dell’edizione 2014 e quasi 800 espositori, quindi +5% rispetto al 2016, di cui 300 esteri provenienti da 38 Paesi.

I settori merceologici in mostra nei sette i padiglioni espositivi sono caminetti, stufe, cucine, barbecue, caldaie e grandi impianti a biomassa, pellet, cippato e legna da ardere, macchine per pellet e fumisteria.

Raul Barbieri, Direttore di Piemmeti Spa – società organizzatrice di Progetto Fuoco

Sta per tornare la prima manifestazione al mondo per il settore del riscaldamento a biomassa legnosa, driver di promozione di riferimento per lo sviluppo del comparto – ha affermato Raul Barbieri, Direttore di Piemmeti spa, società organizzatrice di Progetto Fuoco. –  Si tratta di un evento unico nel suo genere, con numeri di assoluto rilievo, con oltre 300 prodotti funzionanti in uno spazio che diventa un insieme di eleganti salotti. Nelle nostre aspettative c’è il superamento delle 70.000 presenze di operatori e visitatori della scorsa edizione”.

C’è sempre più design a fianco della tecnica. Questo sarà evidente tra i padiglioni di Verona dove diverse archi-star si sono occupate della progettazione di caminetti, termocamini & Co, tanto che si pensa potrà essere verosimile l’inserimento di tali prodotti nei futuri premi “Compassi d’Oro”.

Marino Berton, presidente di Aiel, l’Associazione Italiana Energie Agroforestali

Progetto Fuoco – ha affermato Marino Berton, presidente di Aiel, l’Associazione Italiana Energie Agroforestali che è partner tecnico della manifestazione – vede al centro un settore troppo spesso additato come “inquinante”. Ad oggi possiamo dire che non è assolutamente vero. Sono in atto da parte delle imprese, azioni per superare il problema delle emissioni. Ad esempio l’inserimento di elettronica negli apparecchi per garantire performance sempre superiori con basse emissioni ed alti rendimenti. Grazie agli investimenti in innovazione tecnologica, anche il nostro settore può godere dei vantaggi dati dalla domotica e le sue possibilità di gestione intelligente da remoto. Inoltre – prosegue Berton – il nostro settore è di filiera, dal bosco al camino, e ciò implica tenere sotto i riflettori la gestione forestale sostenibile con strategie virtuose ed economia circolare”.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Professione*

Provincia*

Telefono

Oggetto

Messaggio*

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*