Al XXIV meeting Angaisa il futuro dell’ITS

“ITS 2030, ripensare il futuro. Strumenti e strategie per gestire il cambiamento”, questo il titolo del XXIV Convegno nazionale ANGAISA (Associazione Nazionale Commercianti Articoli Idrosanitari, Climatizzazione Pavimenti, Rivestimenti ed Arredobagno) svoltosi lo scorso 30 novembre 2023 presso l’auditorium dell’Università IULM di Milano.

I numerosi partecipanti hanno potuto assistere ai diversi interventi dei protagonisti dell’interessante giornata moderata da Nicola Porro, Vicedirettore de “Il Giornale” e conduttore televisivo Mediaset.

Ad aprire i lavori Massimiliano Bruni, Prorettore dell’Università IULM con delega ai rapporti con le imprese, che ha parlato dell’importante ruolo che i giovani saranno chiamati ad assumere sia per il ricambio generazionale, sia per creare le condizioni perché la loro energia possa esprimersi nelle aziende di domani.

Il Presidente di ANGAISA, Maurizio Lo Re ha poi illustrato una panoramica del settore ITS, della situazione della filiera e delle attività associative. Con il depotenziamento degli incentivi e lo stop alla cessione del credito, bisogna agire, cercando e attuando nuove strategie. La transizione energetica, inoltre, può diventare uno strumento per tenere unita tutta la filiera. Tra le priorità: innovazione tecnologica, formazione, ricambio generazionale e sinergie tra le risorse della filiera.

Mariano Bella, direttore Ufficio Studi di Confcommercio ha quindi esposto un’analisi della situazione italiana a livello macroeconomico, con diverse considerazioni sulle aspettative relative a PIL, consumi e inflazione.

Successivamente Roberta Gabrielli e Paola Piccioni di Nomisma hanno illustrato una ricerca sulla riqualificazione edilizia ed energetica per fare il punto sulla propensione all’investimento delle famiglie italiane al rinnovamento e alla ristrutturazione della casa con e senza bonus edilizi.

Vittorio Chiesa, Presidente Comitato Scientifico MCE e Direttore dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano insieme a Massimiliano Pierini, Managing Director di MCE hanno approfondito il tema dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale illustrando inoltre il concept e le attività previste durante la prossima MCE, che vedrà come Paese partner la Polonia.

A concludere la mattinata prima della colazione di lavoro Paolo Crepet, psichiatra, sociologo e saggista, ha toccato i temi legati a famiglia, scuola e lavoro attraverso una serie di riflessioni personali, durante un’intervista con Porro.

Nella sessione pomeridiana, il Presidente Maurizio Lo Re ha parlato anche del mercato e del ruolo della distribuzione idrotermosanitaria con una serie di considerazioni sull’anno in corso e uno sguardo a ciò che ci attende per il 2024.

Paola Marone, Presidente di Fedecostruzioni ha quindi messo in evidenza con la propria presentazione il ruolo centrale dell’edilizia per lo sviluppo economico del Paese, anche alla luce delle nuove sfide che porta con sé la Direttiva Case Green.

Davide Tarabelli, Presidente di Nomisma Energia ha illustrato i possibili scenari legati al futuro dell’efficienza energetica in Italia, sottolineando quali sono i macro-trend e quali le possibili scelte strategiche per affrontare consapevolmente le sfide che ci attendono.

Massimo Minguzzi, CEO di Idrolab, ha portato all’attenzione dei presenti un tema davvero originale e attuale, legato alle opportunità dell’impiego dell’intelligenza artificiale anche nel mondo della distribuzione.

Per concludere, l’interessante punto di vista del mercato di Lorenzo Bellicini, direttore del CRESME, ha messo in evidenza criticità e opportunità di un settore che cambia con il ridimensionamento dei bonus edilizi, la fine della cessione del credito e dello sconto in fattura.