European Water Label: una forza positiva per l’industria e il mercato dei prodotti per il bagno

european water labelÈ stata presentata per la prima volta in Italia, lo scorso 28 settembre, nel corso di una conferenza stampa a Cersaie, European Water Label, l’etichettatura sul risparmio idrico, già adottata da oltre un centinaio di aziende in tutta Europa.

Tale schema di certificazione è il più importante del suo genere in Europa e si sta rivelando un enorme catalizzatore per il cambiamento, affermandosi come ‘forza positiva’.

La continuità delle nostre risorse naturali è infatti una delle questioni più importanti che dovranno affrontare le generazioni future: è in tale prospettiva che è stata creato l’European Water Label.

Il database online dello schema e l’etichetta di accompagnamento del prodotto indicano le caratteristiche del consumo di acqua dei prodotti per bagno e cucina, adottando un approccio intuitivo affinché consumatori e professionisti del settore, allo stesso modo, possano scegliere scientemente i prodotti adatti al loro stile di vita.

Ciò che una volta era solo una semplice idea e un’avvincente discussione tra un gruppo di persone con vedute analoghe, ora influenza realmente tutti i settori della catena di fornitura europea dei prodotti per bagno e cucina.

Lo schema, creato in partnership tra CEIR, FECS e i loro membri, è riuscito a esprimere appieno le diverse sfumature dei singoli Paesi aderenti. Ora è divenuto uno schema autonomo, senza scopo di lucro, che include 114 marchi bagno leader e supporta un database di 9.600 prodotti registrati in 34 nazioni.

Lo schema sta ottenendo molti consensi sia presso i rivenditori, che i produttori e i media. I marchi che sostengono l’etichettatura rappresentano oltre il 70% del mercato europeo del bagno. Al fine di aumentare la visibilità dell’etichettatura sul mercato sono stati predisposti una serie di strumenti promozionali che possono essere scaricati dal sito web da aziende e utilizzatori.

EWL ha acquisito autorevolezza ed è molto rispettato, inoltre, essendo interamente volontario, ha bassi costi operativi, è semplice da amministrare, flessibile e veloce nell’adattarsi alle evoluzioni del mercato. Recentemente l’informazione fornita dall’etichetta è stata integrata con i dati sui consumi energetici e con una specifica tecnica aggiuntiva. Il prossimo passaggio consisterà nell’inclusione di ulteriori informazioni per il consumatore, quali la riparabilità e la durata.

Pur essendo l’acqua la principale unità di misura dello schema, viene riconosciuta anche l’essenzialità del risparmio energetico al fine di creare consapevolezza tra i consumatori in merito all’importanza di un consumo più accorto dell’acqua. Se si pensa che un quarto delle bollette per i consumi domestici di energia è associato alla produzione di acqua calda, risulta logico includere gli aspetti energetici nell’etichetta di rubinetti e docce, insieme a una selezione di 9 caratteristiche tecniche che forniscono altre importanti informazioni ai consumatori.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

GT – Il Giornale del Termoidraulico © 2016 Tutti i diritti riservati