L'ANGOLO NORMATIVO

Canali da fumo

0

La verifica su un impianto di riscaldamento di un mio cliente da parte dell’Ente preposto non è stata effettuata perché i canali da fumo di una caldaia a camera aperta erano in alluminio spiralizzato e il foro di prelievo dei prodotti della combustione era chiuso con un apposito nastro adesivo. Secondo voi è corretto?

Gli impianti esistenti con apparecchi di tipo B, eseguiti prima del 21 aprile 1993, data di pubblicazione del DPR n. 26 che prevede che possano essere immessi sul mercato e utilizzati solo i prodotti da costruzione muniti di marcatura CE, potevano avere i canali da fumo in alluminio spiralizzato, e alla data odierna, pertanto, ha una età di almeno 18 anni!

Nel “Rapporto di prova per gli impianti termici” che il verificatore nella regione Lombardia deve compilare, nel quadro 4 punto a) Esame visivo condotti di evacuazione e foro di prelievo si raccomanda di verificare la corretta chiusura; per effettuare la prova di combustione il verificatore deve togliere l’apposito nastro adesivo esistente da … anni; come potrà garantire dopo la corretta chiusura, se non è munito di un congruo numero di appositi nastri adesivi di scorta?

Giustamente è una responsabilità che non può essere assunta dal verificatore che, di conseguenza, non effettua la verifica.

 Giorgio Gatti, responsabile tecnico ABI (Associazione Bresciana Installatori).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui