Evacuazione fumi, quali abilitazioni?

0

«Un nostro cliente chiede se possiamo realizzare una canna fumaria esterna per una caldaia a gas, ma non so se la nostra abilitazione contempla anche l’evacuazione fumi di caldaie a gas. La C.C.I.A.A. ci ha abilitato alla lettera C limitatamente a: installazione impianti di riscaldamento comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense e di ventilazione ed aerazione dei locali».

La vostra abilitazione non consente l’esecuzione delle opere indicate. È stato precisato che nell’esecuzione di impianti di riscaldamento alimentati con gas, è necessaria non solo l’abilitazione alla lettera C, ma anche alla lettera E. Il D.M. 37:2008 infatti prevede nelle lettere di abilitazione

Art. 1.    Ambito di applicazione
comma 2
…….

  1. e) impianti per la distribuzione e l’utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali;

viene ribadito il concetto all’articolo 2
Art. 2.    Definizioni relative agli impianti

comma 1
 …………..

  1. g) impianti per la distribuzione e l’utilizzazione di gas: l’insieme delle tubazioni, dei serbatoi e dei loro accessori, dal punto di consegna del gas, anche in forma liquida, fino agli apparecchi utilizzatori, l’installazione ed i collegamenti dei medesimi, le predisposizioni edili e meccaniche per l’aerazione e la ventilazione dei locali in cui deve essere installato l’impianto, le predisposizioni edili e meccaniche per lo scarico all’esterno dei prodotti della combustione; 

Il Mi.S.E., sullo stesso quesito, ha espresso parere conforme.

Parere del 21-11-2014 installazione di caldaia a gas

Il Mi.S.E. ha rappresentato relativamente all’installazione delle caldaie a gas, e più in generale, di impianti relativi a generatori di calore e scaldaacqua “alimentati esclusivamente a gas” (compresa la realizzazione delle tubazioni e dei collegamenti all’uopo conseguenti e necessari) che gli stessi debbano essere considerati rientranti nella lettera “e” dell’art. 1, comma 2 del D.M. 37/2008 (“impianti per la distribuzione e l’utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione  ventilazione ed aerazione dei locali”).

La DGR n. 3965:2015 all’art. 11 Responsabile dell’esercizio e della manutenzione dell’impianto termico prescrive:

comma 11

Il Terzo responsabile deve essere un’impresa iscritta alla Camera di Commercio o all’albo degli Artigiani, ai sensi dell’art. 1 comma 2 del Decreto Ministeriale 22 gennaio 2008, n. 37, ed abilitata con riferimento alla lettera c) e, per gli impianti a gas, anche alla lettera e) dell’art. 1 comma 2 del suddetto Decreto.

L'angolo normativo
Se avete qualche dubbio tecnico, impiantistico o normativo, spedite i vostri quesiti all’indirizzo e-mail: gt@tecnichenuove.com.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here