I pannelli radianti devono essere sottoposti a lavaggi?

0
pannelli radianti
UN COLLETTORE idraulico per circuito a pannelli radianti

Negli impianti di riscaldamen­to di ultima generazione, dove la distribuzione avviene trami­te pannelli radianti a pavimento che utilizzano il principio dell’ir­raggiamento del calore dal bas­so, l’utilizzo di temperature re­lativamente basse favorisce la creazione di alghe e la prolifera­zione batterica, che può ridur­re drasticamente il rendimento dell’impianto di riscaldamento a pavimento o addirittura ostru­irne le tubazioni.

Lavaggi dei pannelli radianti: quando sono necessari

In alcuni ca­si quando, attraverso un inter­vento tecnico della verifica del­le portate e mediante il control­lo dei flussimetri, si rilevi la pre­senza di depositi, per ripristina­re le condizioni dell’impianto a pavimento si suggerisce di pro­cedere al lavaggio delle tuba­zioni mediante l’impiego di una pompa esterna, con in aggiunta un prodotto di trattamento bio­cida (verificarne prima le carat­teristiche) che andrà introdot­to e fatto circolare per diverse ore in funzione della superficie dell’appartamento, dello svilup­po delle serpentine e dalla gra­vità del problema.

Una volta eseguita la pulizia dei singoli anelli che costituisco­no l’impianto a pavimento e dei collettori di distribuzione, si po­trà introdurre nell’impianto un prodotto di mantenimento, in­dispensabile per evitare la nuo­va proliferazione batterica e la formazione di alghe. In molti impianti centralizzati, a secon­da della potenza e della norma­tiva vigente in materia, si rende indispensabile dotare di siste­mi di trattamento e dosaggio di prodotti i singoli circuiti (riscal­damento, acqua calda sanitaria, acqua fredda). Una volta con­clusa la fase di lavaggio dell’im­pianto, si potranno anche ese­guire le analisi del pH e della du­rezza dell’acqua, nonché i test di pressione.

Al fine di verificarne l’effica­cia, ogni intervento dovrà esse­re documentato in forma scritta nel libretto d’impianto, ai sen­si della normativa vigente. Il la­vaggio di un impianto di riscal­damento a bassa temperatura, ma anche di uno tradizionale, si rende necessario ogniqualvolta si intervenga nella ristruttura­zione dell’impianto e/o nella so­stituzione del generatore (nor­ma UNI 8065 luglio 2019).

Tut­ti gli interventi sopra descrit­ti dovranno essere eseguiti da aziende e/o tecnici del settore, onde evitare danni all’impianto o renderlo inefficiente.

Potresti trovare interessante: Anche un impianto molto efficiente e moderno richiede una gestione attenta?