LIXIL e UNICEF rafforzano la partnership “Make A Splash!”

0
"Make a Splash!"Il brand GROHE del Gruppo LIXIL ha contribuito con 1.2 milioni di euro grazie alla campagna “Energy for Life”

LIXIL, produttore di soluzioni innovative per l’acqua e la casa, e l’UNICEF, la principale organizzazione mondiale per l’infanzia, hanno annunciato il rafforzamento della partnership “Make a Splash!”. Questo ampliamento consentirà di raggiungere i bambini e le famiglie che vivono in India, Indonesia e Nigeria – tre dei paesi più popolati – per fornire accesso a servizi igienico-sanitari sicuri e puliti.

Lanciata nel 2018, la partnership “Make a Splash!” combina i punti di forza complementari delle due organizzazioni per sostenere i progressi per l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 6: raggiungere l’accesso a servizi igienici adeguati ed equi e all’igiene per tutti, e porre fine alla defecazione all’aperto entro il 2030. L’ampliamento della collaborazione si basa sul successo ottenuto negli ultimi tre anni nel miglioramento dei servizi igienico-sanitari, raggiungendo 2,9 milioni di persone nelle comunità in Etiopia, Kenya e Tanzania.

“Make a Splash!” ha l’obiettivo di costruire mercati sanitari e igienici sostenibili che servano milioni di persone – espandendo la disponibilità, l’accessibilità e la qualità di beni e servizi. Oltre ai tre nuovi paesi di riferimento, la portata delle attività della partnership si rafforzerà concentrandosi su:

  • Raggiungere le persone con migliori soluzioni igienico-sanitarie
  • Attraverso le attività di sviluppo della domanda di servizi igienico-sanitari dell’UNICEF, la progettazione e la fornitura di soluzioni da parte di LIXIL basate sui bisogni e le preferenze degli utenti e le attività congiunte di sviluppo delle capacità costruttive.
  • Far leva sui finanziamenti per gli operatori del settore igienico-sanitario
  • Sostenendo i mercati in via di sviluppo, compresi i fornitori e i consumatori locali
  • Supportare politiche e normative. Attraverso il monitoraggio e la valutazione degli obiettivi e delle strategie nazionali

“Troppi bambini e le loro famiglie non hanno accesso a servizi igienico sanitari sicuri. Per colmare questo divario e proteggere la salute dei bambini in tutto il mondo, dobbiamo muoverci ancora più velocemente”, ha dichiarato Carla Haddad Mardini, Direttore della Divisione Raccolta Fondi Privata e Partnership dell’UNICEF. “Abbiamo bisogno di partnership audaci e innovative come “Make a Splash!” per accelerare questo processo, utilizzando la nostra visione condivisa e le nostre rispettive forze per raggiungere soluzioni sostenibili. Siamo orgogliosi dei risultati di questa iniziativa e di poter ampliare la partnership per raggiungere più persone”.

"Make a Splash!”Più forti insieme

Come parte di LIXIL, GROHE, leader mondiale per le soluzioni complete per il bagno e la cucina, ha sostenuto la partnership “Make a Splash!” con una campagna dedicata: “Energy for Life” – lanciata la scorsa estate in 13 paesi tra Europa, Medio Oriente e Nord Africa – che prevedeva un contributo di 1 € per ogni sistema doccia o sistema termostatico GROHE acquistato. Come risultato, sono stati raccolti 1,2 milioni di euro, utilizzati per garantire a più bambini l’accesso a servizi igienici puliti e sicuri e a consentire l’igiene delle mani. Per esempio, parte del contributo aiuterà a fornire ai bambini in Nigeria e Indonesia misure sanitarie sicure nel loro ambiente a casa e a scuola.

‘Make a Splash!’ è la prima iniziativa globale di collaborazione a valore condiviso dell’UNICEF nel settore dell’acqua e dei servizi igienico-sanitari e la prima di questo genere con un’azienda giapponese.

Insieme, i partner hanno promosso servizi igienici di base per le comunità, costruendo allo stesso tempo un mercato competitivo attraverso programmi che consentano ai bambini e alle loro famiglie di porre fine alla defecazione all’aperto e accedere a soluzioni accessibili.

Gli sforzi congiunti si concentrano su programmi orientati al mercato, su attività di sensibilizzazione sulle opportunità nell’economia igienico-sanitaria insieme a una maggiore prioritizzazione dei servizi igienico-sanitari e agli investimenti. Le attività sul campo vanno dalla costruzione della catena di approvvigionamento alle reti di distribuzione che permettano ai professionisti locali di commercializzare e installare i prodotti e fornire assistenza.

“L’obiettivo di LIXIL è di rendere le case migliori una realtà per tutti, ovunque nel mondo. Attraverso questa partnership con l’UNICEF, abbiamo visto i nostri prodotti e servizi sostenere i bambini e le famiglie nell’accesso a servizi igienici e sanitari più sicuri” ha commentato Jin Montesano, Direttore e Presidente del Comitato per la Responsabilità d’Impresa di LIXIL. “Siamo entusiasti di poter estendere questa innovativa collaborazione a molte altre persone. Diamo il benvenuto a quei partner che si uniranno a noi per guidare le nostre iniziative volte a rendere accessibili a tutti servizi igienici sicuri, a partire dal semplice lavaggio delle mani”.

Creare un impatto sociale positivo con soluzioni igieniche e sanitarie accessibili a tutti

L’UNICEF lavora sul campo in oltre 100 paesi, per fornire servizi igienici sicuri alle comunità più svantaggiate del mondo nelle aree rurali e urbane e durante le emergenze, mobilitando le comunità, costruendo mercati per beni e servizi igienici e collaborando con i governi per pianificare e finanziare i servizi igienici. Il suo sforzo comprende anche il sostegno delle tecnologie sanitarie per rendere accessibili i servizi igienici di base.

LIXIL applica il proprio design e tecnologia per prodotti idrici per soddisfare le necessità degli utenti in oltre 150 paesi in tutto il mondo. L’offerta comprende il brand SATO, che fornisce servizi sanitari e igienici accessibili per le comunità e le famiglie prive di allaccio idrico diretto o di sistemi sanitari in loco.

Guidando l’impegno di CSR aziendale per “Igiene e sanificazione globale”, SATO è un progetto di imprenditoria sociale che guida la R&S e le operazioni commerciali create su misura per le esigenze dei mercati emergenti, tra cui la mancanza di infrastrutture, i livelli di reddito più bassi e le restrizioni ambientali, come la carenza idrica.

Quando la pandemia di COVID-19 è iniziata l’anno scorso, il 30 per cento della popolazione mondiale – ovvero 1 persona su 3 – non aveva accesso a impianti per lavarsi le mani con acqua e sapone a casa. La partnership si è rapidamente rafforzata per rispondere a questo bisogno. L’UNICEF ha individuato i bisogni e i trend emergenti e SATO li ha combinati con le proprie informazioni di mercato e ha realizzato i prototipi di prodotto.

"Make a Splash!”Il risultato è stato lo sviluppo da parte di LIXIL del rubinetto SATO Tap™, una soluzione economica e innovativa per il lavaggio delle mani che può essere utilizzata ovunque, anche senza accesso ad acqua corrente. Il rubinetto SATO Tap™ ha incorporato le caratteristiche standard di SATO, tra cui semplicità e convenienza.

UNICEF ha contribuito al processo di progettazione con la sua conoscenza del settore, la sua esperienza e le informazioni sulle soluzioni esistenti per il lavaggio delle mani. Dal lancio del rubinetto SATO Tap™ nel giugno 2020, i partner hanno promosso pratiche per l’igiene delle mani immediate e sostenute per la prevenzione delle malattie infettive.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui