Ma è vero che… il concentratore per i contabilizzatori è soggetto a manutenzione?

0

Negli impianti centralizzati più recenti, dotati di contabilizzazione diretta posta in satelliti interni o esterni alle proprietà, è utile per gestire il servizio di lettura e ripartizione delle spese del riscaldamento, raffrescamento e acqua calda, dotare l’impianto di un concentratore collegato via bus che possa raccogliere tutti i dati in maniera veloce ed essere interrogato in qualsiasi periodo dell’anno.

Non sempre questi sistemi sono efficienti, in quanto non parametrizzati correttamente o non collaudati definitivamente per ritardi nell’occupazione delle singole unità abitative oppure per altre problematiche. Il manutentore dell’impianto, prima di prendere in consegna gli apparati e garantire il servizio, dovrà verificare che il concentratore funzioni correttamente. È consigliabile in fase di preventivo riportare una nota del tipo: «servizio di lettura contatori satelliti dei singoli appartamenti sistema XXX o similare previa verifica che l’impianto alla data della presa in consegna risulti essere collaudato e funzionante e collegato in M-BUS, restano escluse dalla presenta offerta la sostituzione di componenti e/o la messa a regime del sistema».

Quanto sopra descritto è determinante per evitare di dover giustificare delle letture o delle ripartizioni non complete o errate una volta trasmesse all’amministrazione. Per un corretto funzionamento dei contabilizzatori diretti presenti nei satelliti è opportuno prevedere nei costi di manutenzione una o più pulizie dei filtri a Y a protezione degli stessi (se presenti), da eseguire contestualmente all’inversione dell’impianto estate/inverno e viceversa.

In fase di sopralluogo è necessario valutare attentamente il sistema di contabilizzazione presente c/o lo stabile considerando che in molti casi per gestirlo è necessario transitare dai gestori degli apparati, in quanto non è possibile poter disporre dei software o dei sistemi di lettura in modo autonomo. Servirà infatti stipulare un contratto, in subappalto, con le varie case di produzione, in altri casi (dove il sistema lo permette) interfacciandosi con le agenzie o i centri assistenza è possibile recuperare la licenza e il programma per potersi collegare in remoto (se presente una centralina GSM o LAN) o in locale attraverso un terminale direttamente al concentratore e registrare tutti i dati necessari da trasmettere al cliente in qualsiasi momento dell’anno e in forma del tutto indipendente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here