Analizzatore di combustione a prova di errore

0
35
UNA PRATICA CUSTODIA permette di proteggere l'analizzatore: per fissarlo a tubazioni e caldaie, è sufficiente tenere sollevata la copertura a strappo.
UNA PRATICA CUSTODIA permette di proteggere l’analizzatore: per fissarlo a tubazioni e caldaie, è sufficiente tenere sollevata la copertura a strappo.
L’azienda Ro.Ca. Instruments (distributore nazionale Dräger msi) propone Dräger FG4200, analizzatore di combustione per il controllo di tiraggio dei camini e di tenuta degli impianti gas.

Dräger FG4200 effettua la prova del tiraggio a norma UNI 10845 correlato a 20 gradi e, opzionalmente, la prova di tenuta degli impianti gas a norma UNI 11137:2012. L’analizzatore, dotato di trasmettitore digitale della temperatura e di un sistema di eliminazione della condensa, riconosce automaticamente le caldaie a condensazione. Le 3 analisi di combustione avvengono in modalità automatica, con calcolo della media e possibilità di stampa. Le dimensioni e il peso ridotto, permettono di tenerlo comodamente nel palmo di una mano. Una procedura guidata assiste l’utente in tutte le fasi del lavoro, dal collegamento delle sonde alla stampa del rapporto di prova. Altre funzioni avanzate, tra cui la gestione delle tabelle dei clienti, sono fruibili attraverso il software gestionale fornito in dotazione.

Cose da sapere

È necessario effettuare la prova del tiraggio con la sonda dedicata (in dotazione). I filtri vanno cambiati più o meno frequentemente a seconda delle condizioni di utilizzo. La sostituzione è obbligatoria, ogni volta che i filtri risultano all’occhio dell’operatore molto sporchi. Non effettuandola, si rischia l’intasamento del circuito pneumatico interno dell’analizzatore, che causerebbe errori di misura nelle prove successive. Al contrario, dopo un test su impianti a gas naturali, il filtro può essere asciugato e riutilizzato.

Campi di misura

T-aria: -10 / + 100 °C
T-Gas: 0 / 1.000 °C
Ossigeno: 0 – 25% Vol%
CO: 0 / 8.000 ppm
CO-0%: 0 /9.999 ppm
CO2: 0 / CO2 max
Tiraggio: -10 / +10 Pa
Pressione: – 10/ 100 mbar

Stefano Troilo

Per un approfondimento sul corretto utilizzo del prodotto citato, vi invitiamo a consultare il fascicolo di Aprile di GT il giornale del termoidraulico.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here