INSTALLAZIONE

Installazione sicura con i raccordi a pressare

0
 

LA VILLA IN CLASSE A. A Bolzano è stata progettata e costruita una nuova villa in linea con gli standard CasaClima Classe A per consumare tre litri di gasolio annuo a metro quadro.

Una nuova villa monofamiliare di Bolzano è stata progettata e costruita in linea con gli standarda CasaClima Classe A per consumare tre litri di gasolio annuo a metro quadro, obiettivo che va ben oltre le indicazioni di legge. Infatti, per la provincia di Bolzano, sono prescritti consumi annui non superiori ai 5 litri di gasolio per metro quadro, ovvero quello che il sistema di valutazione CasaClima definisce come Classe C.

Un edificio in classe A

Per permettere alla villa di collocarsi tra gli edifici con meno impatto sull’ambiente, le evolute soluzioni costruttive e le scelte impiantistiche applicate si sono rivelate fondamentali.

È presente una consistente coibentazione dell’intero edificio, pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria, caldaia a condensazione e pannelli radianti per il riscaldamento e un impianto di ventilazione meccanica controllata.

I raccordi a pressare

Il sistema impiantistico per l’acqua sanitaria scelto include raccordi dalla particolare geometria costruttiva che favorisce il flusso, ottimizzando i consumi e offrendo una superiore sicurezza igienica.

Infatti, ai tubi multistrato sono stati applicati raccordi a pressare con corpo di bronzo, fabbricati secondo le più stringenti norme relative alla limitazione di migrazione di piombo. I raccordi hanno una particolare geometria costruttiva che permette di ridurre le perdite di carico degli impianti e consente un dimensionamento più razionale, quindi favorisce il flusso, ottimizzando i consumi e offrendo una superiore sicurezza igienica.

IL SISTEMA IMPIANTISTICO. Viega Raxofix a tubi multistrato applica raccordi a pressare che riducono i tempi di stagnazione.

 

Massima igiene per l’acqua sanitaria

Il sistema riduce i volumi e, di conseguenza, gli eventuali tempi di ristagno dell’acqua, migliorando l’igiene attraverso la minimizzazione del rischio di proliferazione di batteri nocivi per la salute, come ad esempio quelli che provocano la legionella.

Le cassette di risciacquo dei vari bagni dispongono dell’opzione totale e parziale. Il volume di scarico preimpostato è di 6 litri per lo scarico totale e di 3 litri per quello parziale. Ma questi valori possono essere variati in qualsiasi momento nel range tra i 6 e i 9 litri per lo scarico totale e da 3 a 4 per quello parziale.

LA TECNOLOGIA A PRESSARE. I raccordi hanno una particolare geometria costruttiva che permette di ridurre le perdite di carico degli impianti e consente un dimensionamento più razionale, quindi favorisce il flusso, ottimizzando i consumi e offrendo una superiore sicurezza igienica.

L’esperienza dell’installatore

“Per i lavori di installazione dell’impianto Raxofix di Viega – spiega Emil Miribung, La Valle (BZ) – ci sono voluti circa 3 giorni lavorativi con due installatori impegnati in cantiere.  A livello pratico, abbiamo utilizzato un sistema di raccordi a pressare che garantisce massima rapidità in fase di installazione. Il taglio del tubo, il suo corretto inserimento nel raccordo e la pressatura dello stesso mediante l’utensile Viega Pressgun si sono rivelati estremamente facili e veloci. Inoltre, è molto utile il dispositivo dei raccordi che mi permette di verificare la pressatura di tutte le giunzioni. SC-Contur  è un accorgimento di sicurezza che garantisce la non-tenuta in fase di riempimento dell’impianto per il collaudo nel caso in cui sia stata dimenticata una pressatura. E’ possibile, prima di consegnare un impianto, quindi pressare anche giunzioni eventualmente dimenticate, esse potrebbero causare perdite di acqua e conseguenti danni gravi anche dopo un certo lasso di tempo”.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here