EFFICIENZA ENERGETICA E RINNOVABILI

Più fonti di calore, un solo accumulo

0

Predicare bene e razzolare… pure! Con l’idea di dare il buon esempio e di poter mostrare un ottimo biglietto da visita ai propri clienti, Luigi Motta e il figlio Carlo, titolari della storica ditta Motta Termoidraulica, che opera nel cuore della Brianza da circa 50 anni, hanno deciso di dotare la villetta di proprietà da loro edificata a Triuggio (MB) di tutti i comfort domestici più all’avanguardia, ma non solo.

La struttura dell’edificio

L’abitazione, di circa 170 mq e disposta su 2 livelli, è infatti stata progettata con una struttura architettonica perfettamente integrata nella cornice naturale in cui è immersa, ma un’attenzione particolare è stata posta nella scelta di arredi, soluzioni di domotica e, soprattutto, nell’impiantistica. Per quanto riguarda quest’ultima, Luigi Motta si è affidato alla competenza di Giuseppe Viganò, esperto progettista che ha condiviso con il committente la scelta di un sistema integrato che sfruttasse l’energia solare.

I 6 COLLETTORI solari auroTHERM VFK 145 V utilizzati.

Riscaldamento e ACS dal sole

Il sistema, fornito interamente da Vaillant, viene impiegato come impianto solare per l’integrazione del riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. L’impianto solare termico si compone di 6 pannelli piani auroTHERM VFK 145 V posizionati su tetto inclinato ed è interamente controllato dalla stazione di carica VPM 20 S, equipaggiata con controlli integrati. Essa trasporta il calore dai collettori al puffer, riscaldandone l’acqua attraverso lo scambiatore a piastre. Il flusso termico prodotto, in relazione alla temperatura, viene immagazzinato nei corrispondenti strati dell’accumulo tampone a stratificazione termica, che immagazzina non solo l’energia termica proveniente dall’impianto solare, ma anche tutta quella derivante dalla caldaia, e la distribuisce verso l’utenza che ne fa richiesta: la stazione sanitaria istantanea o l’impianto di riscaldamento, composto da pannelli radianti a bassa temperatura. A controllo dell’accumulo tampone è stato posto il regolatore esterno VRS 620/3, il quale assicura che ci sia sempre una sufficiente quantità di calore per soddisfare le varie utenze e monitora il funzionamento dell’intero impianto, permettendo la comunicazione di tutte le varie sonde presenti all’interno del sistema e indicando possibili errori o malfunzionamenti.

LA STAZIONE solare VPM 20 S.

Un accumulo “multi energy”

“Per la progettazione – spiega Giuseppe Viganò, progettista dell’impianto – della bozza di impianto è stato impiegato meno di un mese e, una volta presentata l’offerta all’installatore, nonché committente in questo caso, sono stati rivisti solo un paio di dettagli, ma alla fine praticamente tutto è stato realizzato sulla falsa riga di ciò che avevo progettato in collaborazione con Vaillant. La tecnologia più innovativa adottata è sicuramente quella dell’accumulo multi energy, che permette di scaricare più fonti di energia sullo stesso dispositivo e che ha la possibilità di aggiungere eventualmente, in futuro, fonti di calore aggiuntive all’impianto solare e alla caldaia, come ad esempio un termocamino o una resistenza elettrica. La scelta del brand Vaillant – ha concluso Viganò – ci ha permesso di realizzare l’impianto senza difficoltà. È infatti estremamente vantaggioso optare per una fornitura monomarca e un brand organizzato con servizi di assistenza dedicati, puntuali e affidabili come quelli che garantisce quest’azienda. La grande esperienza dell’installatore, in questo caso anche committente, provata dalla cura e dalla precisione con cui sono state disposte le tubazioni, ha contribuito alla realizzazione di un vero gioiello dell’impiantistica domestica”.

LA CALDAIA ecoBLOCK plus VM 356/3-5.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here