Caldaia Hoval UltraGas® 2 certificata H2-Ready

0
caldaia a condensazione
La caldaia a condensazione a gas UltraGas® 2 può ora essere ufficialmente utilizzata anche con un contenuto di idrogeno (H2) fino al 20% nel gas naturale e quindi soddisfa già le normative che verranno applicate all’interno dell’UE.            Credito fotografico: © Hoval

UltraGas® 2 è l’ultima generazione di caldaie a condensazione a gas Hoval. Oltre ai comprovati vantaggi, la caldaia può ora essere ufficialmente utilizzata anche con una quota di idrogeno (fino al 20%) nel gas naturale e quindi soddisfa già le imminenti normative dell’UE per un riscaldamento sostenibile e a prova di futuro. Inoltre, il suo design compatto e la possibilità di scomporla in parti singole durante l’installazione la rendono la caldaia ideale per le ristrutturazioni e per i nuovi progetti di costruzione.

Con il motto “ready for future”, la caldaia UltraGas® 2 Hoval è già pronta per la trasformazione delle fonti di energia. A partire da giugno 2022, infatti, l’ultima generazione di caldaie a gas a condensazione verrà certificata dall’Associazione tedesca dell’industria del gas e dell’acqua per il funzionamento con un contenuto di idrogeno fino al 20%. Tutte le caldaie a condensazione a gas Hoval possono già essere alimentate fino al 100% con biometano. Di conseguenza, la caldaia a gas soddisfa già i requisiti della legislazione futura.

«Grazie alla flessibilità nell’utilizzo del carburante, UltraGas® 2 non è solo un investimento sicuro, ma garantisce anche un approccio sostenibile alla fornitura di calore del futuro», afferma Günther Köb, responsabile prodotti per i combustibili a gas e liquidi di Hoval, e aggiunge: «Per le fonti di energia rinnovabile a gas, come l’idrogeno, l’infrastruttura esistente può essere utilizzata o adattata con uno sforzo relativamente minimo. In questo modo, il gas continuerà a garantire una fornitura affidabile per ottenere riscaldamento e acqua calda sufficienti in futuro».

Riscaldamento sostenibile con un sistema ibrido

L’ultima generazione di caldaie a condensazione a gas è più ecologica che mai. Hoval UltraGas® 2 non solo può essere utilizzata con alternative sostenibili al gas, ma è anche ideale come sistema ibrido utilizzando fonti di energia rinnovabili. «Fonti sostenibili di energia come solare, pellet o pompe di calore possono essere facilmente integrate nel sistema. Questo rende UltraGas® 2 ancora più rispettosa dell’ambiente», spiega Köb. I sistemi ibridi garantiscono un funzionamento economico e, soprattutto sicuro, con emissioni minime di CO2 e la presenza di un’elevata percentuale di fonti di energia rinnovabili.

Ristrutturazione ottimale grazie a un design compatto

Nel disegnare questa nuova generazione di caldaie si è cercato di renderla il più compatta possibile. I modelli con una potenza fino a 500 kW sono progettati per adattarsi a qualsiasi porta standard con una larghezza della caldaia inferiore a 800 mm. Ė, inoltre, ancora più facile da installare grazie al fatto che la caldaia può essere collocata nella posizione desiderata separando le singole parti. «La caldaia è facile da trasportare, occupa molto meno spazio, viene installata e messa in funzione senza sforzo e anche l’assistenza e la manutenzione sono facili da gestire», spiega Günther Köb. Questo rende UltraGas® 2 la caldaia ideale da utilizzare sia nelle ristrutturazioni che per i nuovi progetti di costruzione anche di grandi dimensioni.

Le caldaie di ultima generazione di Hoval, compresa la certificazione per il funzionamento con una quota di idrogeno fino al 20%, saranno consegnate a partire dal 1° luglio 2022.