Pressione sotto controllo con la pompa autoadescante

0
Grundfos propone Scala2, una pompa che fornisce la giusta pressione in ogni punto di presa, indipendentemente dalla pressione di ingresso, fino a 8 utenze aperte contemporaneamente

 

Secondo un’indagine svolta da Grundfos su un campione di 32.000 consumatori in tutto il mondo, nell’80% delle abitazioni la pressione dell’acqua è bassa o variabile. Succede perché la pressione nelle condutture urbane è tendenzialmente bassa al mattino e la sera, quando la maggior parte delle persone è in casa, e aumenta nelle ore centrali. Inoltre, la pressione dell’acqua cala ogni volta che si apre un rubinetto – di una doccia, una lavatrice o di un irrigatore da giardino – causando cambiamenti della quantità e della temperatura dell’acqua.

Una soluzione “centrata”

Questi disagi si potrebbero risolvere con una pompa booster, ma molte di quelle sul mercato non sono adatte all’ambito residenziale. SCALA2 di Grundfos è invece stata sviluppata proprio per soddisfare le esigenze di comfort domestico. Questa pompa fornisce al proprietario della casa pressione perfetta in ogni punto di presa, indipendentemente dalla pressione di ingresso, dal tipo di installazione e dal numero di rubinetti aperti in contemporanea (fino ad un massimo di 8 utenze). L’unità monoblocco include motore, serbatoio, sensore, azionamento e valvole di non ritorno, adattandosi a qualsiasi spazio e installazione esistente. Con un livello di rumore di 47 dB (A) in uso tipico, è silenziosa come una lavastoviglie moderna.

Come funziona

Il sensore integrato misura la pressione in uscita dalla pompa e invia un segnale al sistema di controllo della pompa, che confronta la pressione rilevata con quella impostata in base alle esigenze del proprietario di casa. Se c’è una differenza tra queste due misurazioni, il sistema invia al convertitore di frequenza un segnale per aumentare o diminuire la velocità del motore, e quindi variare la pressione nel sistema.

Adescamento e avviamento

La pompa è autoadescante. Basta versare 1,7 litri di acqua nel suo serbatoio, aprire un rubinetto per preparare la pompa per lo sfiato, accenderla, e chiudere il rubinetto quando l’acqua scorre senza aria. A questo punto si apre la mandata più alta nell’installazione, possibilmente una doccia, e si regola la pressione al livello richiesto con gli appositi pulsanti sul quadro di comando; fatto questo, si chiude la mandata. La pompa opera tra 1.5 e 5.5 bar, impostabili a intervalli di 0.5 bar, adatti quindi alla maggior parte delle applicazioni. Verificare inoltre che la differenza tra pressione di mandata e pressione di aspirazione non superi i 3.5 bar.

La posa in opera

Ambiti di utilizzo

SCALA2 si può utilizzare per aumentare la pressione rispetto alla rete idrica, che normalmente i gestori garantiscono a 1.5 bar: utile, ad esempio, nelle abitazioni poste su terreni alti rispetto al resto della comunità e negli edifici posti alla fine della linea di approvvigionamento idrico. Altri ambiti di applicazione sono i serbatoi sul tetto, intermedi o sotterranei per lo stoccaggio dell’acqua, nonché i pozzi profondi fino a 8 metri.

 

I CONSIGLI PER L’INSTALLATORE

«Prima dell’installazione, basta porsi 3 semplici domande. La pompa andrebbe installata in un edificio residenziale? Lo stabile ha massimo 3 piani? I rubinetti sono complessivamente non più di 8? Se le risposte sono tutte affermative, allora SCALA2 è la soluzione giusta. La pompa può essere collocata all’interno o all’esterno, ma va tenuta al riparo dal gelo. È consigliabile installarla in prossimità di uno scarico o di una vaschetta di gocciolamento collegata a uno scarico, per eliminare l’eventuale condensa dalle superfici fredde. Una corretta installazione prevede anche l’utilizzo di tubi flessibili e di un tassello in gomma antivibrante, che evitano il propagarsi delle vibrazioni della pompa alla struttura circostante».

FEDERICO DI LELLA, Knowledge and Training coordinator, Grundfos.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here