EFFICIENZA IMPIANTISTICA

Benessere in sicurezza con acque termali “trattate”

0


Mantenere, preservare e sfruttare le proprietà curative dell’acqua termale per garantire il massimo benessere della persona è stato lo scopo perseguito durante la progettazione impiantistica. Piscine destinate all’uso natatorio, ricreativo e ludico per bambini, una zona separata per il wellness, con vasche dotate di sedute idromassaggio aria-acqua a quattro punti di erogazione per ciascuna seduta, massaggi verticali ad aria, lettini soffianti, docce cervicali e un vasto specchio d’acqua a bassa profondità che circonda l’isola dedicata al benessere, usufruibile anche come solarium: questo il progetto del Green Village Resort di Lignano Sabbiadoro, a cui ha dato vita il gruppo Europa Touristic Group Lignano Sabbiadoro & Bibione, con la collaborazione dello staff tecnico dell’architetto Vittorino Petiziol di Latisana (Ud) e di aziende specializzate nel settore.

Vasche e applicazioni

Una struttura composta da più vasche, quindi, con destinazioni di uso specifiche e alimentate con acqua termale prelevata dal locale pozzo. È così stato necessario assicurare alla struttura una fornitura di acqua priva di sostanze estranee e pura dal punto di vista microbiologico, tramite la corretta filtrazione e disinfezione di ogni piscina, eliminando dall’acqua tutte le impurità solide e riducendo al minimo gli inquinanti disciolti. Il progetto è stato elaborato utilizzando apparecchiature per lo più automatiche, lasciando agli operatori solo la verifica del corretto funzionamento e delle indicazioni riportate dalle strumentazioni di controllo e dei parametri dell’acqua mediante campionamento.

Filtrazione efficiente

La sezione di filtrazione ha rappresentato l’elemento essenziale delle piscine e dell’impianto di trattamento acqua. I gruppi di pompaggio risultano composti da elettropompe Speck Badu Block del tipo centrifugo verticale costruite da Speck Pumpen di Neunkirchen D, provviste di prefiltro incorporato per il trattenimento delle sostanze grossolane, aventi caratteristiche tecniche e dimensionali tali da garantire il rispetto delle portate orarie di ricircolo previste dal progetto. Il sistema di filtrazione ha previsto l’installazione di una batteria di filtri Cillichemie Bermuda Plusmatic 160 A, multistrato a effetto catalitico del tipo automatico, realizzata in carpenteria metallica e rivestita mediante trattamento protettivo anticorrosivo interno ed esterno, ottenuto con sabbiatura al metallo bianco SA 3 e successiva applicazione, per immersione, di un rivestimento a base di PVC, che assicura lunga durata nel tempo e la garanzia contro il rilascio di materiali anche a contatto di acqua fortemente aggressiva, come quella termale in questione. Il raggiungimento di elevati livelli di filtrazione è stato garantito dalla particolare tipologia di masse filtranti impiegate e dalla loro disposizione all’interno del filtro, avente all’interno masse di supporto e masse filtranti disposte secondo una granulometria decrescente. Lo strato superiore, costituito da Cillit Dren HY 2000 ha una spiccata attività catalitica che permette l’impiego di flocculante in modo continuo e proporzionale alla sua portata, garantendo anche il trattenimento di sostanze colloidali disciolte in acqua. I filtri di tipo automatico Cillit sono stati dimensionati sulla base delle portate orarie di progetto, valutando anche gli aspetti gestionali relativi al sistema di filtrazione.

I FILTRI Cillit Bermuda Plusmatic 160 A in-out a servizio della vasca grande nella centrale trattamento acqua.
I FILTRI Cillit Unibad 30 A a servizio della vasca SPA nella centrale trattamento acqua.

Strumentazione di controllo e riscaldamento

Per consentire il monitoraggio dei parametri dell’acqua è stato quindi previsto un sistema automatico per la rilevazione in continuo della concentrazione di cloro, pH, Rx e temperatura °C, costantemente mantenuti entro i valori prescritti dalle disposizioni sanitarie vigenti. Per il riscaldamento delle vasche, infine, particolare attenzione è stata posta ai costi di gestione e al risparmio energetico: la temperatura della vasca idromassaggio è oggi mantenuta ai valori desiderati tramite uno scambiatore di calore alimentato da acqua proveniente da un pozzo alla temperatura di 38 °C; l’uscita da questo scambiatore entra nello scambiatore dedicato all’impianto per il riscaldamento del pavimento della zona calpestabile della vasca e della struttura benessere, e infine l’acqua proveniente dal pozzo prosegue nello scambiatore della piscina per terminare nelle vasche di raccolta dell’impianto di irrigazione. Durante il periodo di inattività del complesso natatorio e idromassaggio, l’acqua del pozzo viene utilizzata, attraverso un ulteriore scambiatore, per mantenere la struttura alberghiera in temperatura, evitando l’uso di combustibile e di prodotti antigelo o evitando lo svuotamento dei circuiti.

LA STRUMENTAZIONE di controllo parametri acqua vasca grande e SPA, Cillit PCR POOL pH-Cl-Rx- °C.

I quadri comando

I quadri elettrici di comando sono in grado di gestire, in modo del tutto automatico, i cicli di filtrazione e lavaggio dei filtri, la sequenza di funzionamento delle pompe di circolazione con rotazione delle priorità di avviamento, la logica di funzionamento degli impianti di trattamento, la logica di funzionamento delle vasche di compenso, dei livelli delle varie piscine e dei relativi reintegri e la neutralizzazione degli scarichi dei filtri e delle piscine.

 

LE POMPE di circolazione dell’impianto.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here