Ma è vero che… il trattamento di iperclorazione è efficace contro la Legionella?

0
iperclorazione
PRIMA DI TUTTO è necessario che del personale specializzato esegua un prelievo campione e che questo venga inviato in laboratorio.
Negli impianti dove la produzione dell’acqua calda sanitaria è centralizzata, dotati di boiler e accumuli, oppure di produttori che lavorano a temperature più “basse” (es. pompe di calore) è consigliabile eseguire un’analisi batteriologica di almeno 2 punti di prelievo, di solito nell’accumulo dell’acqua calda/fredda.

Prima di tutto è necessario che del personale specializzato esegua un prelievo campione e che questo venga inviato in laboratorio per effettuare le analisi. La campionatura verrà effettuata mediante contenitore sterile e l’analisi sarà svolta da un laboratorio certificato Accredia. Infine verranno rilasciati e trasmessi i risultati all’amministrazione/cliente.

In caso di esito positivo, in funzione dei risultati si potrà procedere all’attuazione di differenti modalità per l’eliminazione del batterio della Legionella: uno di questi è l’iperclorazione. L’intervento verrà garantito da tecnici specializzati per l’esecuzione bonifica rete acqua calda sanitaria. Le operazioni dovranno essere svolte in una giornata in cui siano presenti tutti gli utenti all’interno degli appartamenti, poiché anche una singola assenza potrebbe inficiare la lavorazione.

Al mattino presto i tecnici provvederanno a predisporre le apparecchiature necessarie per l’intervento di iperclorazione. Successivamente avranno inizio le operazioni di bonifica della rete A.C.S. immettendo una soluzione di biossido di cloro stabilizzato nel produttore di A.C.S. tramite specifica pompa dosatrice. Verranno accese le pompe del ricircolo rete A.C.S. e flussati tutti i punti di erogazione dell’acqua calda sanitaria di ogni singolo appartamento. Verificata in ogni singola utenza la corretta concentrazione di disinfettante presente nell’acqua calda sanitaria, si lascerà agire il prodotto per circa 2 ore.

Ultimata questa fase si provvederà a flussare con abbondante acqua corrente tutta la rete di distribuzione acqua (appartamento per appartamento) fino alla scomparsa del disinfettante utilizzato. Ultimato l’intervento si potrà provvedere alla rimessa in servizio del produttore A.C.S. Al termine della bonifica, verrà rilasciata relazione descrittiva e fotografica dell’intervento. A distanza di circa 48 ore dall’operazione di bonifica del circuito verranno prelevati due campioni d’acqua (uno dal serbatoio del boiler e uno o due in un punto distante della struttura) per l’analisi e la ricerca del batterio della Legionella, al fine di verificare la corretta esecuzione della bonifica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here